Taron Egerton «ha ignorato il suo istinto» con «Robin Hood» e «Billionaire Boys Club»

Taron Egerton non ha dubbi.

I suoi due flop cinematografici, «Robin Hood» e «Billionaire Boys Club» sono il risultato di quando ha «ignorato il suo istinto» per motivi di denaro.

L'attore gallese è diventato famoso con il suo ruolo da protagonista in «Kingsman: Secret Service» nel 2015, a cui ha fatto seguito film come «Eddie the Eagle - Il coraggio della follia», «Sing» e «Kingsman: Il cerchio d'oro».

Tuttavia, la sua serie di successi si è interrotta nel 2018 quando due dei suoi film sono diventati entrambi un flop al botteghino.

Parlando dei progetti con il New York Times, Taron ha ammesso di aver ignorato il suo istinto per motivi finanziari.

«Ho ignorato il mio istinto su quei due lavori perché mi hanno offerto un bel po' di soldi per farli», ha confessato Taron Egerton. «È solo fatale. Non puoi scegliere i ruoli in quel modo».

Il 32enne è stato influenzato dai soldi perché non è cresciuto con molto e voleva provvedere ai suoi cari.

«Ma sento che dovrei essere più gentile con me stesso - ha proseguito la star - Ero un ragazzo di 25 anni cresciuto da una madre single con pochissimi soldi. Volevo fare soldi, non solo per me, ma per le persone che sono importanti per me. E per quanto non sia stato contento di come sono finiti quei due film, ora posso vedere molto chiaramente, a posteriori, perché li ho fatti».

Taron ha ripreso la sua carriera con «Rocketman» del 2019, per il quale ha vinto un Golden Globe per la sua interpretazione di Elton John.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli