Terremoto Albania, lutto per il premier: morta la fidanzata del figlio

Kristi Reçi (Facebook)

E' salito a 39 il bilancio ufficiale delle vittime del terremoto che ha colpito l'Albania nella notte di martedì 26 novembre, a renderlo noto è stato il premier albanese Edi Rama. Altri nove corpi, ha detto, sono stati estratti dalle macerie durante la notte precisando che tra le vittime ci sono anche quattro bambini tra i 3 e gli 8 anni e 17 donne. Le vittime sono state registrate a Durazzo (15), Thumane (23) e Kurbin (1). Anche il premier e la sua famiglia, in particolare il figlio Gregor, è stato colpito da un lutto a causa del sisma.

Gregor, figlio 29enne del presidente, ha infatti reso noto sui social che tra le vittime del terremoto di magnitudo 6.5 "c'è anche una persona vicina a me, insieme a suo fratello, alla madre e al padre". Si tratta infatti della 24enne Kristi Reçi, fidanzata di Gregor, e dell'intera famiglia di lei.

Tenutosi sempre a distanza dalla luce dei riflettori, solo alcuni amici sapevano della relazione tra i due, che andava avanti da alcuni anni. La riservatezza del giovane 29enne è stata spezzata da un post social di dolore attraverso il quale ha annunciato il decesso della fidanzata.

"Solo due corpi sono stati estratti dalle macerie", aveva scritto Gregor Rama sui social. Il corpo della fidanzata e di suo padre infatti sono stati tirati fuori già martedì, poche ore dopo il post è arrivata la notizia del ritrovamento dei cadaveri della madre e del fratello di Kristi. Lunghi capelli neri e occhi scuri, Kristi si era laureata da poco in dermatologia all'Università di Tirana.

SFOGLIA LA GALLERY - Forte scossa di terremoto in Albania, morti e feriti

Gregor, laureato all'Accademia delle Belle Arti di Tirana sulle orme del padre e del nonno, si è sempre tirato indietro ai microfoni dei riflettori per tenere a distanza la propria vita ed il proprio lavoro dall'impegno politico del padre.

"Voglio che nei miei quadri la gente valuti quello che sono riuscito a dipingere, non il mio cognome" aveva dichiarato lo scorso anno in occasione della sua prima mostra. Se non fosse stato per il post social del 29enne la morte della famiglia Reçi e della fidanzata del figlio del premier sarebbe passata inosservata.