Turchia, forte sisma: edifici distrutti, 21 vittime

Un forte scossa di terremoto, di magnitudo 6.8, è stato registrato nell'Est della Turchia, nella provincia di Elazig. Secondo quanto riportato da Ansa, che cita l'osservatorio sismologico di Kandilli a Istanbul, la scossa è avvenuta a una profondità di 10 km.

Le vittime fin qui accertate, come riferito dal ministro dell'Interno di Ankara Suleyman Soylu, sono almeno 21. Danni a numerosi edifici, diversi sono andati distrutti o crollati nel corso dello sciame sismico. A 12 ore dal sisma sono state 5 le persone estratte vive dalle macerie, tra cui una donna incinta.

Le vittime sono state registrate a Elazig (17) e 4 nella provincia di Malatya, mentre i feriti sono 1.030.

Il sisma è stato avvertito alle 20:55 ora locale vicino alla città di Sivrice, nella provincia orientale di Elazig. La prima scossa è stata seguita da numerose altre di assestamento, le più forti con magnitudo 5.4 e 5.1. Elazig si trova a circa 750 chilometri a Est della capitale, Ankara.  

(DHA via AP)

Secondo l'agenzia governativa per la Protezione civile oltre 550 persone sono rimaste ferite. Soylu ha dichiarato: "I soccorritori stanno cercando di estrarre almeno 30 persone bloccate sotto le macerie degli edifici crollati a Elazig".

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha detto che il governo sta adottando le misure necessarie per aiutare le persone colpite dal terremoto. "Siamo vicini al nostro popolo", ha twittato.