Terza dose, Clementi: "Va fatta, immunità decresce nel tempo"

·1 minuto per la lettura

"Sono favorevole alla terza dose" di vaccino anti Covid "perché ci sono molti elementi che ci dicono che la copertura immunitaria del vaccino decresce nel tempo e questo non va certo bene per le persone fragili, gli anziani e chi ha comorbità". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute il virologo Massimo Clementi, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell'ospedale San Raffaele di Milano e docente all'università Vita-Salute. "Nelle Rsa sono segnalate infezioni Covid di anziani vaccinati - osserva - e c'è il dato di ieri di zero pazienti vaccinati in terapia intensiva in Lombardia. La terza dose andrà fatta".

"Sono d'accordo con i pediatri italiani, che si sono già espressi favorevolmente, il vaccino alla fascia d'età 12-15 va fatto. Se guardiamo agli allarmi sulle miocarditi dopo l'immunizzazione, parliamo di 1 caso su 100milla vaccinati. Eventi rari e mai gravi. Quelli inglesi sono valutazioni di prudenza ed è possibile che sia solo uno stop momentano come hanno fatto già in passato", afferma ancora commentando la scelta della Gran Bretagna di non optare per la vaccinazione di massa per i ragazzi tra i 12 e 15 anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli