Ti senti giù? Prova a simulare un sorriso

Un sorriso da parte di un amico può fare la differenza per chi sta vivendo una brutta giornata.

Ma secondo una nuova ricerca, è anche possibile risollevare l’umore personale mimando un sorriso.

Per lo studio un team dell'Università di Stanford ha cercato di capire se le espressioni facciali influenzano l'esperienza emotiva.

«Viviamo le emozioni così spesso che ci dimentichiamo di meravigliarci di quanto sia incredibile questa capacità», ha spiegato il ricercatore Nicholas Coles. «Ma senza emozioni, non c'è dolore o piacere, né sofferenza o beatitudine, né tragedia o gloria nella condizione umana. Questa ricerca ci dice qualcosa di fondamentale e importante su come funziona l'esperienza emotiva».

Nell'ambito dell'esperimento, i partecipanti allo studio sono stati incoraggiati ad attivare i muscoli del sorriso, imitando le espressioni facciali viste nelle foto di attori sorridenti, o ricevendo istruzioni per spostare gli angoli delle labbra verso le orecchie e sollevare le guance usando solo i muscoli del viso.

Di conseguenza, è stato riscontrato un notevole aumento della felicità da parte dei partecipanti che imitavano fotografie sorridenti o tiravano la bocca verso le orecchie.

«Mimare un sorriso può far sentire le persone felici, mentre la fronte aggrottata può far sentire le persone arrabbiate; quindi, l'esperienza cosciente delle emozioni deve essere almeno in parte basata su sensazioni corporee», ha aggiunto Coles.

«Negli ultimi anni la scienza ha fatto un passo indietro e uno in avanti. Ma ora siamo più vicini che mai alla comprensione di una parte fondamentale della condizione umana: l’emozione».

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati su Nature Human Behavior.