Tiffany lancia il suo primo anello di fidanzamento da uomo, in nome dell'amore e dell'inclusività

Di Federica Caiazzo
·2 minuto per la lettura
Photo credit: COURTESY TIFFANY
Photo credit: COURTESY TIFFANY

Chissà cosa ne avrebbe pensato Holly Golightly se, provvista di croissant e caffè da asporto, si fosse fermata come di consueto ad ammirarne l’intera collezione davanti le vetrine di New York. Lo avrebbe desiderato? In un’era – la nostra - in cui moda e tendenze gioielli diventano sempre più necessariamente genderless, la risposta potrebbe essere sì. Ma la notizia oggi è un’altra: Tiffany & Co. lancia il primo anello di fidanzamento da uomo con diamante solitario, che attinge il suo nome dal celebre fondatore Charles Lewis Tiffany.

Era il 1886 quando Charles Lewis Tiffany, dopo aver fondato l’iconico marchio del 1837 a NY, introdusse un anello destinato a sigillare legami che avrebbero coronato il proprio sogno d’amore. Parliamo del famosissimo Tiffany Setting, l’anello di fidanzamento con diamante solitario che – specchio di un’epoca lontana – fu concepito da Charles Lewis Tiffany come un dono da uomo a donna. Due secoli dopo, l’amore in ogni sua forma e l’inclusività hanno finalmente spianato la strada a una nuova collezione, che resta a sua volta fedele ai codici ereditati dalla storia di Tiffany & Co.. Realizzati in platino e titanio, gli anelli di fidanzamento da uomo di Tiffany riportano in auge linee e design degli anelli chevalier, rivisitando un classico maschile che viene qui reinterpretato attraverso forme imponenti, ma al contempo sinuose e aggraziate. Protagonista massimo, come anello di fidanzamento con solitario che si rispetti, è il diamante centrale.

Photo credit: COURTESY TIFFANY PRESS OFFICE
Photo credit: COURTESY TIFFANY PRESS OFFICE

L’uscita del primo anello di fidanzamento da uomo firmato Tiffany è prevista in questo mese di maggio, e sarà disponibile in due preziosissime varianti. La prima è una fedina affusolata e sottile nelle linee, che si ispira all’iconico Tiffany Setting presentando al suo centro un diamante con taglio brillante. La seconda invece ha come protagonista un diamante con taglio smeraldo fino a 5 carati e si contraddistingue per gli angoli solidi ma smussati. La linea andrà così ad ampliare l’offerta Tiffany venendo incontro alle esigenze di chiunque stia cercando un anello di fidanzamento differente dai grandi classici.

Photo credit: COURTESY TIFFANY PRESS OFFICE
Photo credit: COURTESY TIFFANY PRESS OFFICE

Non meno importante nell’annunciare la prima linea di anelli di fidanzamento maschili è la riconferma di Tiffany come marchio leader nella tracciabilità dei diamanti (parametro etico che riconduce il discorso dell’inclusività anche ai diritti umani dei lavoratori). La maison precisa: “Tra i gioiellieri di lusso mondiali, Tiffany è l’unica a poter tracciare l’intero percorso di lavorazione di ogni diamante di nuova provenienza registrato singolarmente, incluso ogni diamante montato nell’anello The Charles Tiffany Setting. Le informazioni riguardanti la regione o Paesi di origine del diamante e in cui è stato tagliato e lucidato, classificato e sottoposto a controllo di qualità, nonché montato sul gioiello, si potranno richiedere a qualsiasi addetto alle vendite e saranno inoltre stampate sul Tiffany Diamond Certificate”. Per sognare (sempre) l’amore in grande, ma anche in modo etico.