Timothée Chalamet: «Armie Hammer? Non ho molto da dire»

·1 minuto per la lettura

Timothée Chalamet liquida con un “no comment” le insistenti domande dei giornalisti sullo scandalo sessuale che ha travolto Armie Hammer.

«Capisco il motivo per cui me lo state chiedendo», ha dichiarato al Time il giovane attore britannico, che ha conosciuto la fama internazionale al fianco di Hammer in «Chiamami col tuo nome» di Luca Guadagnino. «Ma è una domanda che meriterebbe una conversazione più ampia e preferisco non fornire una risposta parziale».

A inizio anno, molte donne hanno accusato Armie di abusi sessuali e persino di cannibalismo.

Il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha aperto un’indagine dopo che una donna, identificata come Effie, ha riferito di essere stata stuprata dal 35enne.

Durante una conferenza stampa, l’accusatrice ha dichiarato di essere stata abusata fisicamente e psicologicamente nel corso dei loro quattro anni di relazione, in cui Hammer era sposato con la moglie Elizabeth Chambers, madre dei suoi figli.

Armie si è sempre dichiarato innocente, sottolineando come gli incontri con Effie fossero «completamente consensuali, discussi, concordati in anticipo e partecipatori da ambo le parti».

Lo scandalo è costato ad Hammer vari ruoli in tv e al cinema, tra cui il film con Jennifer Lopez «Shotgun Wedding» e la serie tv «The Offer».

Secondo Variety, Armie sta seguendo un percorso di recupero presso un centro di riabilitazione in Florida.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli