Tina Kunakey nel suo vestito bustier sul red carpet di Venezia 78 è l'eleganza assoluta (fatta donna)

·2 minuto per la lettura
Photo credit: MIGUEL MEDINA - Getty Images
Photo credit: MIGUEL MEDINA - Getty Images

Meraviglie che posano in fila, una dopo l'altra: i look star sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2021 continuano a riportare alla luce il glamour che tanto ci era mancato. Ma c'è anche chi (come ha già fatto Luisa Ranieri in Versace, ad esempio) ci mostra la via assoluta dell'eleganza fatta donna: vedere prego il look di Tina Kunakey nel suo vestito lungo Giorgio Armani Privé. Fermarsi ad ammirarla non sarà abbastanza! Davanti alla bellezza, il fascino e la carica di sensualità che sprigiona la moglie di Vincent Cassel sul tappeto stellato di Venezia 78, ci viene da chiederci: più dell'incanto, che cosa esiste esattamente? Per presenziare alla première del film Dune, la modella 24enne di origini francesi ha scelto un abito che - pur non appartenendo a nessuna delle collezioni della stagione in arrivo - traccia (comunque) un prospetto chiaro di ciò che già desideriamo per la moda Autunno Inverno 2021 2022. Eleganza. Eleganza assoluta e allo stato puro! Il suo abito lungo è infatti un capo haute couture: trattasi di una meravigliosa creazione portata in passerella da Re Giorgio nel 2005, nella collezione Giorgio Armani Privé di allora.

Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images

I capelli raccolti in una cascata di ricci: sembra quasi che la narrazione del look di Tina Kunakey, nel suo vestito Giorgio Armani Privé sul red carpet di Venezia 2021, voglia iniziare da qui. Semplice a spiegarsi, ovviamente. Nella progettazione della sua immagine, la scena viene lasciata interamente alla silhouette a tubino del suo abito. Espediente valido è l'aver messo in risalto anche il collo, senza collane né orecchini di pietre preziose che potrebbero - volente o nolente - rubare l'attenzione dell'osservatore esterno. Sguardo magnetico di Tina Kunakey a parte, è come se i riflettori fossero completamente puntati sul taglio sartoriale del suo abito haute couture. Ed è questa la forza del suo look, prima ancora dell'opulente ricamo o dell'evidente asimmetria all'altezza del seno.

Photo credit: Franco Origlia - Getty Images
Photo credit: Franco Origlia - Getty Images

L'arte del beading tesse, con micro lustrini argentati e mini paillettes nere, le trame del vestito di Tina Kunakey alla Mostra del Cinema di Venezia 2021. La visione d'insieme che emerge alla fine è quella di un'eleganza unica e senza tempo. Re Giorgio, in effetti, lo ha sempre detto: "Eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare". E se lo dice un grande Maestro, c'è solo da arrendersi (a tanta bellezza).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli