Tisana al biancospino: proprietà ed effetti collaterali

·2 minuto per la lettura
tisana biancospino
tisana biancospino

Bere ogni sera prima di andare a dormire una tazza di tisana al biancospino permette di migliorare in modo importante la salute del cuore. I benefici di questa bevanda sono infatti davvero numerosi. Impariamo a conoscerla meglio scoprendo anche come realizzarla e quali sono le controindicazioni da tenere in considerazione.

Benefici della tisana al biancospino

La tisana al biancospino è ricca di benefici per la salute. In particolare questa bevanda risulta essere utile per proteggere il cuore. L’azione cardioprotettiva della pianta risulta essere infatti davvero importante in quanto essa induce la dilatazione delle arterie coronariche adando a portare più sangue al cuore. Tutto questo causa una riduzione dalla pressione del sangue.

Chi soffre di tachicardia e chi ha problemi di aritmie o di extrasistole può bere questa tisana in quanto il biancospino è ricca di proprietà benefiche. Si tratta infatti di un ottimo rimedio naturale per prevenire le complicanze nei soggetti che sono a rischio di infatto.

Il biancospino è anche un ottimo sedativo e ansiolitico naturale.

Come realizzare la tisana al biancospino

Per realizzare la tisana al biancospino sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 1 cucchiaino di bacche di bancospino

  • 1 cucchiaino di fiori e di foglie di biancospino

  • acqua bollente

  • succo di limone

  • miele

Schiacciate le bacche di biancospino e poi tritete finemente i fiori e le foglie di biancospino. Fate bollire l’acqua e spegnete il fuoco raggiunta l’ebollizione. Aggiungete foglie, fiori e bacche di biancospino. Lasciate in infusione per qualche minuto e poi filtrate bene. Aggiungete un po’ di miele il succo di limone prima di bere.

Controindicazioni della tisana al biancospino

Le controindicazioni del biancospino sono davvero poche. Solo di rado infatti questo prodotto naturale causa problemi come mal di testa, vertigini, problemi gastrointesinali, epistassi e vampate di calore.

Le persone che sono allergiche alle Rosaceae devono però evitarne il consumo. Suggeriamo di non esagerare anche nel caso di pressione bassa.