Tom Hanks e moglie positivi al virus: prima foto dalla quarantena

Tom Hanks e Rita Wilson e la prima foto della quarantena

Tom Hanks e sua moglie, l'attrice e cantante Rita Wilson, hanno condiviso un aggiornamento dall'Australia, dove sono entrambi isolati dopo essere risultati positivi al coronavirus.

CORONAVIRUS, SEGUI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

"Salve gente. Rita Wilson e io vogliamo ringraziare tutti coloro che si stanno prendendo così tanta cura di noi. Abbiamo Covid-19 e siamo in isolamento, quindi non contageremo nessun altro". Inizia così il post Instagram pubblicato giovedì sera dal pluripremiato attore californiano, che ha voluto rassicurare sulle condizioni di salute.

Appena un giorno prima, la coppia aveva dichiarato di essere risultata positiva dopo essersi sottoposta al tampone. I due avevano mostrato sintomi come stanchezza, dolori muscolari, brividi e febbre e trovandosi in Australia dove Hanks stava lavorando alla pre-produzione di un film sul cantante Elvis Presley, gli era stato fatto un tampone, largamente disponibile nel Paese.

GUARDA ANCHE: Tom Hanks e la moglie positivi al coronavirus in Australia

Coronavirus in Australia

Come ha riportato l'Organizzazione mondiale della sanità, ci sono poco più di 120 casi confermati di coronavirus in Australia. Il governo guidato dal primo ministro Scott Morrison, si legge sulla Cnn, ha annunciato un piano economico di $ 11,4 miliardi per sostenere l'economia del paese durante l'epidemia. La diagnosi della coppia ha costretto l'Australia Nine Network a predisporre un piano di intervento nei casi di crisi dopo che Wilson ha partecipato al talk show mattutino del canale. Il personale dello show sarà messo in quarantena e verranno prese delle misure anche per le persone che potrebbero essere state in contatto con la coppia durante l'esibizione della Wilson, avvenuta sabato sera alla Sydney Opera House. Ad assistere allo spettacolo c'erano 200 spettatori e il Teatro dell'Opera verrà dunque disinfettato.

GUARDA ANCHE: Coronavirus, il giocatore NBA positivo: quel gesto che gli è costato caro. Cosa aveva fatto sfidando il virus

Coronavirus in Usa

Mentre la Wilson trascorre la quarantena in Australia dipingendo con gli acquerelli e chiedendo consigli su quale titolo dare alla playlist (l'indecisione è tra Quarantunes e Pandemix) nella patria dei due divi sono già 1.663 le persone contagiate. Un dato probabilmente molto più basso di quello reale, visto che la sanità a pagamento ha fatto desistere molte persone dal farsi curare. Dalla conferma del primo contagiato degli Stati Uniti, che risale al 20 gennaio 2020, ad oggi si contano 40 persone sono morte, con decessi a Washington (31), California (4), Florida (2), New Jersey (1), Georgia (1) e South Dakota (1).

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Galli: "I contagiati sono più del numero ufficiale"

Donald Trump l'11 marzo ha annunciato che sospenderà tutti i viaggi dall'Europa agli Usa per i prossimi 30 giorni, un divieto che non include la Gran Bretagna. Il presidente degli Stati Uniti ha anche affermato che le compagnie di assicurazione sanitaria forniranno una copertura per i trattamenti contro il coronavirus.