«Tomb Raider», il sequel è in stand-by

Il sequel di «Tomb Raider» è in alto mare.

Alicia Vikander ha ereditato da Angelina Jolie la parte della famosa eroina Lara Croft nel reboot diretto da Roar Uthaug, uscito nelle sale nel 2018. Un altro film era stato commissionato, con Misha Green nel doppio ruolo di regista e sceneggiatrice.

Parlando del sequel durante un’intervista con Entertainment Weekly, l’attrice ha ammesso come sia lei, sia Green siano pronte a iniziare le riprese, ma tutto oggi dipende dalla produzione.

«Con l’acquisizione di MGM da parte di Amazon, non ho idea di cosa succederà. È una questione di politica diciamo», ha detto la star Premio Oscar, riferendosi all’affare multi-miliardario che a marzo ha trasformato la storica casa di produzione cinematografica in una sussidiaria di Amazon Studios. «Io e Misha siamo pronte a partire, quindi tutto ora dipende da qualcun altro».

Alicia, pur non svelando nulla sul nuovo film, si è detta entusiasta delle idee e della visione portate dalla Green nel franchise. «Non vedo l’ora che il mondo possa vederlo. Amo quello che lei ha fatto con “Lovecraft Country”».

La star di «The Danish Girl» aveva precedentemente rivelato a EW come le riprese fossero state fermate dalla pandemia.

«Tomb Raider» è l’adattamento cinematografico del famoso videogame. La serie è iniziata con «Lara Croft: Tomb Raider» e «Tomb Raider - La culla della vita», rilasciati nelle sale rispettivamente nel 2001 e nel 2003, con Angelina Jolie nel ruolo della protagonista.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli