Tra i 9 cibi vietati dal protocollo reale ce ne sono alcuni davvero insospettabili

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Hulton Archive - Getty Images
Photo credit: Hulton Archive - Getty Images

Quanto lunghe devono essere le gonne, come truccarsi e addirittura che smalto mettersi (Essie, tonalità Ballet Slippers): l'etichetta sul look dei Reali non è un vezzo da sottovalutare ma, anzi, deve essere seguita passo a passo, pena la disapprovazione di Lei, la regina Elisabetta II. Pensate che, tra le moltissime antiche regole che mai ci aspetteremmo, ci sono: mai essere senza calze a meno di 90 metri dalla Regina, i reali non possono vestirsi di nero e bisogna indossare designer inglesi nelle occasioni ufficiali. Certo, i "do's and don'ts" da rispettare in presenza di un reale sono moltissimi, ma lo sono anche le regole a cui sono soggette le stesse teste coronate. La Royal Family inglese è soggetta anche a una serie di rinunce a tavola: i Senior Royals (così chiamati i membri della Famiglia che sono più vicini al trono) devono infatti sottostare a un protocollo culinario ricco di rinunce. E sì, non ci sono strappi alla regola – neanche a porte chiuse. Vediamo insieme quali sono i cibi vietati dal protocollo della famiglia reale.

La lista dei cibi vietati dal protocollo dei reali inglesi

Dall'evitare cibi a rischio intossicazione o di difficile digestione ai piatti che possono creare spiacevoli rumori una volta degustati: incredibile la lista di alimenti vietati alla corona inglese!

  1. Pasta: a noi italiani verrà un colpo, ma sì, la pasta è in questa lista; la pasta è bandita dai banchetti pubblici, in quanto mangiarla potrebbe causare spiacevoli rumori imbarazzanti – noi però crediamo che, nel privato, nessuno abbia mai negato un piatto di pasta al pomodoro al piccolo George!

  2. Aglio e cipolla: come potrete immaginare, anche questo divieto ruota intorno all'imbarazzo; l'aglio, in particolare, è bandito per chiunque si avvicini a Elisabetta – la regina più longeva del Regno Unito proprio non può sopportare il suo odore

  3. Frutti di mare e crostacei: i reali non possono mangiare neanche i frutti di mare, in quanto questi possono potenzialmente causare intossicazioni e allergie; insomma, niente molluschi, cozze, ostriche e aragosta alla tavola reale! (E pensare che, oggi, Meghan Markle può finalmente tornare a mangiarli dopo lunghi anni di stop – ne è ghiottissima!)

  4. Carne cruda: anche se tra i piatti preferiti dalla Regina c’è la bistecca (e la carne in generale), non si può proprio avvicinare a una bella tartare di carne cruda. Il motivo? Lo stesso dei crostacei: mai correre il rischio di un'intossicazione alimentare. Anche la bistecca, ahimè, deve essere sempre ben cotta!

  5. Patate: più che un divieto, si tratta del gusto della Regina, che non può proprio soffrire il gusto delle patate; non saranno servite a banchetti ufficiali, quindi, ma nessuno può impedire ai principini di mangiare a casa un bel piatto di patatine fritte!

  6. Foie gras: sembra non andare a genio al Principe Carlo il foie gras; il motivo? Il trattamento crudele riservato alle oche per ricavare questa crema a base del loro fegato

  7. Acqua del rubinetto: divieto assoluto per i Reali in visita all'estero di bere acqua dal rubinetto; si tratta di una precauzione per evitar loro di star male per aver ingerito acqua non sicura

  8. Uova bianche: non propriamente un cartellino rosso, ma ci andiamo vicini; la Regina non ama le uova bianche, ma predilige al mattino il sapore deciso e con carattere delle uova marroni – e chi oserebbe mai contraddirla?

  9. Alimenti fuori stagione: la Regina è una grande sostenitrice del consumo di frutta e verdura stagionale – una scelta conscious di cui ci rallegriamo! L'ex chef della casa reale, Darren McGrady, ha dichiarato che la Regina mangerebbe fragole ogni giorno in estate a Balmoral, ma andrebbe su tutte le furie se dovesse mai riceverle d'inverno: niente di lontanamente modificato chimicamente può avvicinarsi al suo palato!

Photo credit: Courtesy of Unsplash - Jemima Whyles
Photo credit: Courtesy of Unsplash - Jemima Whyles

Afternoon tea? Yes please!

Aneddoti, storie e ricette: un libro che racchiude la tradizione più antica della Gran Bretagna. Scoprite la storia dietro il the del pomeriggio, rigorosamente servito con delicati "finger food" in epoca moderna o con la famosissima sponge cake, come voluto ai tempi di Queen Victoria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli