Trapianto di polmone su paziente Covid in Giappone

·1 minuto per la lettura
Trapianto di polmone su paziente Covid in Giappone
Trapianto di polmone su paziente Covid in Giappone

Trapianto di polmone su paziente Covid in Giappone, da due donatori appartenenti alla stessa famiglia. È la prima volta al mondo che viene eseguita una procedura del genere, secondo quanto riportato dalla Bbc.

Trapianto polmone su paziente Covid

L’incredibile operazione, eseguita presso l’ospedale universitario di Kyoto, è durata nel complesso 11 ore. Si è trattato di un complesso trapianto di tessuto polmonare, prelevato da due donatori viventi: marito e figlio della ricevente. Le liste di attesa per ricevere trapianti di polmone da pazienti deceduti sono estremamente lunghe, soprattutto in Giappone, per questo motivo l’ospedale ha optato per una scelta differente.

Una procedura unica

A causa del Covid, infatti, una donna originaria del Kansai si trovava in precarie condizioni di vita e la sua funzionalità polmonare risultava compromessa. Un team di 30 medici, guidato dal professor Hiroshi Date, è riuscito nella storica impresa di trapiantare parte del polmone destro, donato dal figlio, e parte del sinistro donato dal marito. Ci vorranno diversi mesi affinché la donatrice recuperi pienamente le forze, ma la procedura è andata a buon fine.

“Abbiamo dimostrato che è possibile il trapianto del polmone da donatori viventi”, ha dichiarato il professor Hiroshi Date, chirurgo toracico responsabile dell’operazione, “e questo offre grandi speranze a tutti coloro che hanno riportato gravi danni polmonari a causa del Covid”.