Travis Barker in ospedale, la figlia: ‘Pregate per lui’


Alabama Barker sembra aver chiesto ai suoi fan di pregare per suo padre Travis Barker, dopo che quest’ultimo è stato portato d’urgenza in ospedale.
Il batterista dei Blink-182 martedì sarebbe stato trasportato di corsa in ambulanza al pronto soccorso del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, con sua moglie Kourtney Kardashian al suo fianco. Nella serata dello stesso giorno la figlia Alabama, 16 anni, ha scritto in una Instagram Story: “Per favore mandate le vostre preghiere”. Non ha però aggiunto altri dettagli sulla situazione del genitore. Travis aveva scritto sul social “dio salvami”, mentre suo figlio Landon non ha per ora commentato la questione.
Secondo quanto riportato da TMZ, Travis e la moglie sarebbero arrivati all’ospedale di West Hills nella mattinata prima di essere portati al Cedars-Sinai Medical Center per ulteriori cure. Alcune foto scattate fuori dall’ospedale mostrano Kourtney, 41 anni, che dà conforto al musicista 46enne in sedia a rotelle e in attesa di essere caricato sull’ambulanza. Attualmente però non ci sono ulteriori informazioni su quanto sta succedendo all’artista americano.
Solo poche settimane fa la coppia si è spostata con una cerimonia da favola in Italia, a Portofino. Prima i due si sono sposati legalmente negli Stati Uniti e poi hanno organizzato un grande evento nel Bel Paese. Per l’occasione hanno entrambi indossato abiti Dolce e Gabbana. Lei ha anche scelto un lungo velo bianco.
Praticamente tutta la famiglia di Kourtney ha preso parte all’evento: dai suoi figli Mason, 12 anni, Penelope, 9, e Reign, 7, avuti con l’ex Scott Disick, a sua madre Kris Jenner, passando per le famose sorelle Kim, Khloe, Kylie Jenner e Kendall Jenner. C’erano anche i figli di Travis, Landon, 18 anni, Alabama, 16, e Atina De La Hoya, 23.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli