Travis Scott e Drake, la tragedia di Astroworld: denunciati per 1 milione di dollari

·2 minuto per la lettura

Kristian Paredes, 23 anni, ha intentato una causa da 1 milione di dollari (860mila euro) contro Travis Scott e Drake per aver incitato la folla dell'Astroworld Festival di Houston, in Texas, dove hanno perso la vita 8 persone.

Paredes, che ha subito gravi lesioni fisiche nella rissa, ha anche citato in giudizio i promotori della Live Nation Entertainment Inc. e funzionari della Harris County Sports and Convention Corporation, accusandoli di negligenza.

Travis Scott ha negato di essere a conoscenza del fatto che qualcuno fosse in pericolo durante il suo concerto sold out, mentre l'avvocato di Paredes Thomas J. Henry ha suggerito che il rapper fosse consapevole dei pericoli.

«Le esibizioni musicali dal vivo hanno lo scopo di ispirare la catarsi, non la tragedia», ha detto.

«Le persone accorse al concerto aspettavano con impazienza questo evento da mesi e meritavano un ambiente sicuro in cui divertirsi e godersi la serata. Invece, la loro notte è stata di paura, ferite e morte.

Ci sono tutte le indicazioni che gli artisti, gli organizzatori e il luogo non fossero solo consapevoli della folla frenetica, ma anche che si sarebbero potuti verificare dei feriti e potenziali morti. Tuttavia, hanno deciso di mettere i loro profitti al primo posto permettendo allo spettacolo mortale di andare avanti».

La causa di Paredes non è l'unica intentata contro Scott sulla scia della tragedia del fine settimana. Manuel Souza è stato il primo ad intraprendere un'azione legale contro Scott, la Live Nation, NRG Park, Scoremore Holdings e molti altri imputati.

L'avvocato di Souza, Ryan S. MacLeod, di Kherkher Garcia LLP, ha detto a Variety si deve fare riferimento al tweet di Scott del maggio 2021.

«Travis Scott ha una storia di incitamento alla violenza e di creazione di condizioni pericolose per i frequentatori di concerti», ha detto MacLeod.

«In effetti, ha twittato che avrebbe fatto entrare i “selvaggi” anche se lo show era già sold out. Lui e coloro che hanno promosso e sostenuto questo concerto devono assumersi la responsabilità delle loro azioni atroci. Intendiamo ritenerli pienamente responsabili dimostrando che questo comportamento non sarà tollerato nella nostra grande città».

Kyle Green - il 27enne paralizzato dopo essere caduto da uno spalto al concerto del rapper a New York nell’aprile del 2017- è scioccato e arrabbiato per la tragedia perché Scott non ha "imparato la lezione".

Green fu implicitamente costretto a saltare dopo l’incitamento di Scott.

«Ti vedo, ma lo farai?», urlò il rapper all'epoca, assicurandogli che sarebbe stato al sicuro.

«Ti prenderanno. Non aver paura. Non aver paura!».

Green si è rotto diverse ossa e vertebre e può camminare a stento.

Allo spettacolo Lollapalooza del 2015 a Chicago, Scott si è dichiarato colpevole di condotta sconsiderata dopo aver esortato i fan a saltare una barricata di sicurezza.

Mentre in Arkansas nel 2017, ha spinto i fan ad eludere la sicurezza per correre sul palco, dichiarandosi poi colpevole di condotta disordinata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli