Trovare riposo durante il periodo neonatale: preziosi consigli

trovare riposo periodo neonatale
trovare riposo periodo neonatale

Non c’è niente di più straordinario del momento in cui si vede il volto del proprio bambino per la prima volta, ma trovare riposo durante il periodo neonatale è altrettanto miracoloso. La gioia, l’eccitazione e l’amore che vi invadono vi fanno sentire come se foste letteralmente in cima al mondo! Solo una volta tornati a casa, i dubbi, la paura e i sentimenti di sopraffazione cominciano a farsi sentire.

Improvvisamente, siete responsabili di questo piccolo essere indifeso… che non vuole dormire! Vi sentite sopraffatti ed esausti. E iniziate a chiedervi come riuscirete a trovare riposo durante questi giorni apparentemente infiniti del neonato.

Come trovare riposo durante il periodo neonatale

Stabilite aspettative realistiche

Concedete a voi stesse e al vostro bambino una pausa stabilendo delle aspettative realistiche. Il vostro bambino è nuovo di zecca e nei primi quattro mesi si sveglierà spesso. Dare da mangiare al bambino ogni 1-4 ore è un intervallo normale durante la fase neonatale. Naturalmente ogni bambino è diverso, ma se il vostro bambino rientra in questi intervalli, sappiate che è normale!

Creare un ambiente ideale per il sonno

L’ambiente del sonno è un ottimo punto di partenza fin dal primo giorno per aiutare voi e il vostro neonato a dormire di più. L’obiettivo è ricordare che il vostro bambino è appena nato ed è uscito dalla casa che ha conosciuto per tutta la vita. Il modo migliore per aiutare il vostro bambino a sentirsi “a casa” è quello di creare degli stimoli che simulino il grembo materno.

  • Disponete di uno spazio più buio. In questo modo si eliminano gli stimoli luminosi a cui il bambino non è abituato, mantenendolo più rilassato. Tenete una luce soffusa da usare durante le poppate notturne.

  • Usate il rumore bianco. Il rumore bianco aiuta a imitare i suoni dell’utero. Utilizzate un suono costante e continuo, come l’impostazione del rumore bianco, il suono dell’aspirapolvere, una forte pioggia, ecc. In questo modo si può percepire la familiarità con i suoni del flusso sanguigno durante l’utero. Evitate le onde, le ninne nanne o i temporali, che sono suoni incoerenti.

come trovare riposo periodo neonatale
come trovare riposo periodo neonatale

Lavorare sui tempi del sonno

La sovrastimolazione è una delle principali cause di sonno disturbato o di difficoltà a calmare il bambino per aiutarlo a dormire. Nei primi 3-4 mesi di vita, non dovete preoccuparvi di stabilire un orario costante, perché il loro corpo non è pronto per questo fino ai quattro mesi. Utilizzate invece i suoi segnali e le sue finestre di veglia per aiutare il bambino a riposare e a non stancarsi troppo.

Se il bambino mostra di essere stanco, cercate di aiutarlo a dormire subito. Cercate di coglierli prima di questi forti segnali di stanchezza, se potete. Ad esempio, alcune famiglie notano che il loro bambino mostra forti segni di stanchezza a 1 ora. Quindi, al 45° minuto, iniziate la vostra routine, che può rendere più facile l’addormentamento. Se il bambino fa sonnellini brevi (meno di 60 minuti) ma non mostra molti segni di stanchezza, si può usare il metodo della “durata dell’ultimo sonno” per determinare il periodo di sonno successivo. Questo vale SOLO se il sonno dura meno di 60 minuti.

Quindi, qualunque sia la durata del sonno, sarà il tempo che resterà sveglio prima del prossimo sonnellino. Ad esempio, se il bambino ha dormito per 45 minuti, il mio obiettivo è che si riaddormenti entro 45 minuti. In questo modo si evita che si stanchi troppo e si favoriscono sonnellini più lunghi!