Trump: "Per un americano colpito, 52 siti iraniani". La reazione

Trump: "Per un americano colpito, 52 siti iraniani". Il botta e riposta

Sale la tensione in Medio Oriente dopo l’uccisione del generale Soleimani e gli attacchi nella Green Zone di Baghdad. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha minacciato su Twitter: "Questo serva da avviso, se l'Iran colpisce qualche americano o obiettivi americani, abbiamo nel mirino 52 siti iraniani (che rappresentano i 52 ostaggi americani presi dall'Iran molti anni fa), alcuni a un livello molto alto e importante per l'Iran e la cultura iraniana, e quegli obiettivi e l'Iran stesso saranno colpiti molto velocemente e molto duramente. Gli Stati Uniti non vogliono più minacce!".

VIDEO - Folla in strada dopo la morte di Soleimani

"L'Iran sta parlando in modo molto audace di prendere di mira alcuni obiettivi statunitensi”, ha detto Trump, “come vendetta per aver liberato il mondo dal loro leader terrorista che aveva appena ucciso un americano e ferito gravemente molti altri, per non parlare di tutte le persone che aveva ucciso durante la sua vita, incluso di recente centinaia di manifestanti iraniani. Stava attaccando la nostra ambasciata e si stava preparando per ulteriori azioni in altre località. L'Iran non è stato altro che problemi per molti anni”.

VIDEO - Chi è Donald Trump?

L'esercito iraniano ha risposto all'ultima sfida di Donald Trump esprimendo dubbi sul fatto che gli Stati Uniti abbiano il "coraggio" di colpire 52 siti in Iran, come minacciato dal presidente americano. Lo ha detto il generale Abdolrahim Moussavi, comandante dell'esercito iraniano, citato dall'agenzia iraniana ufficiale Irna. "Dicono questo genere di cose per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica mondiale dal loro atto odioso e ingiustificabile", aggiunge la fonte riferendosi all'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani avvenuta venerdi' scorso in Iraq.

"Gli Stati Uniti hanno appena speso due trilioni di dollari in equipaggiamenti militari. Siamo i più grandi e di gran lunga i migliori al mondo! Se l'Iran attacca una base americana, o qualsiasi americano, invieremo alcune di quelle nuove meravigliose attrezzature, e senza esitazione!". Lo ha scritto il presidente americano Donald Trump su Twitter.