I tulipani gelato sono il "cono fragola e panna" più bello che abbiamo mai visto

Di Elena Fausta Gadeschi
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Zolga_F - Getty Images
Photo credit: Zolga_F - Getty Images

From ELLE

Immense distese di tulipani colorati. È il miracolo della natura che ogni anno si rinnova in terra d’Olanda con l’arrivo della primavera. Tra le tante specie esistenti di questo fiore, simbolo dei Paesi Bassi, il tulipano gelato o Ice cream tulip è l’ultima frontiera della botanica. A dispetto del nome non si tratta di un fiore edibile, ma la sua corolla sorprendentemente abbondante lo fa sembrare una coppa di gelato alla panna, che sfuma dai toni del bianco a quelli del rosa tenue e del rosso. Un piacere per gli occhi che sta letteralmente spopolando sul web.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Si tratta di una varietà molto rara ed estremamente insolita, ma non impossibile da trovare presso un vivaista ben fornito e appartiene alla specie dei cosiddetti tulipani doppi, riconoscibili per la corolla abbondante e la fioritura tardiva, che di norma si colloca a maggio. Questi fiori, dai petali bizzarri e merlati, sono piuttosto sensibili al vento proprio per la loro particolare forma ed è pertanto consigliabile sistemarli a gruppi in un luogo protetto, piantandoli in piena terra da settembre a dicembre con la punta del bulbo rivolta verso l'alto, a circa 10 cm di distanza l’uno dall’altro e a una profondità di 8 cm. Se adeguatamente curati con moderate innaffiature e una giusta esposizione (pieno sole o al massimo mezz’ombra), i tulipani gelato possono raggiungere i 45 cm d’altezza.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Qualche consiglio per coltivare i tulipani gelato

Sebbene ci sia tempo fino a dicembre per piantumare i bulbi di tulipano e godere di una splendida fioritura primaverile, il periodo da preferire resta l’autunno: una piantumazione precoce garantisce infatti un migliore radicamento. Per quanto riguarda la composizione del terreno optate per una discreta quantità di sostanze organiche, badando bene che il terreno non sia troppo umido durante il periodo invernale, pena lo sviluppo di marciumi dei bulbi interrati. Per i tulipani gelato è da preferire la coltivazione in piena terra a quella in vaso, più adatta invece alle specie a stelo corto e in generale ai precoci.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Una volta interrati, procedete a una leggera innaffiatura per far aderire la terra al nostro bulbo. Terminata la fioritura, che in questo caso avverrà nel mese di maggio, eliminate i fiori appassiti per evitare la formazione dei semi e preservate il fogliame di cui il bulbo ha bisogno per ricostituire le riserve e rifiorire di nuovo l'anno successivo. Per tale motivo effettuate delle concimazioni anche dopo la fioritura. Una volta che il fogliame sarà completamente secco, procedete a espiantare i bulbi dal terreno per evitare che degenerino dopo 2/3 anni dalla piantumazione. Prelevati i bulbi, abbiate cura di pulirli eliminando la terra e i bulbilli che si sono formati intorno al bulbo principale, dopodiché riponeteli in cassette di legno che potrete collocare in cantina o in garage fino alla messa a dimora dell'autunno successivo.