Tutti pazzi per "Squid Game" anche in Cina (dove è proibito guardarlo)

·1 minuto per la lettura

AGI - Sebbene non sia disponibile in Cina, la serie Netflix "The Squid Game" è di gran moda e sono in molti ad aggirare i controlli del regime per scaricarlo illegalmente e si precipitano ad acquistare merchandise della serie tv coreana, come i peculiari costumi dei protagonisti.

La serie distopica sudcoreana è diventata il lancio più popolare nella storia di Netflix, che non è disponibile nel colosso asiatico. Ma anche se lo fosse, difficilmente otterrebbe l'approvazione della censura per il suo contenuto violento.

Non è difficile trovare legioni di fan in città come Shanghai, dove si radunano ogni giorno in un negozio che vende "dalgona", un dolce sudcoreano apparso nella serie.

"The Squid Game" è incentrato su un gruppo di personaggi emarginati e indebitati che partecipano a un concorso di giochi per bambini per vincere 45,6 miliardi di won (38 milioni di dollari, 33 milioni di euro). Se vengono eliminati, lo pagano con la vita.

I cinesi non hanno perso tempo e si sono lanciati nella produzione di costumi e maschere delle serie venduti poi sulle piattaforme di commercio digitale.
Il pubblico cinese è riuscito a bypassare i controlli e a guardare la serie, soprattutto attraverso pagine di download illegali facilmente accessibili.

"La nostra stima è che 'The Squid Game', che sta guadagnando popolarità a livello mondiale, venga distribuito illegalmente in circa 60 pagine in Cina", ha detto l'ambasciatore sudcoreano in Cina Jang Ha-sung in una recente audizione parlamentare. A riprova che il fenomeno ha raggiunto anche il colosso asiatico, la tag "The Squid Game" ha raggiunto quasi 2 miliardi di visualizzazioni sui social network.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli