Tutto ciò che devi sapere sulla diastasi

·4 minuto per la lettura
Diastasi
Diastasi

Se sembri ancora incinta mesi dopo il parto, potresti avere una diastasi. Non c’è nulla che tu debba fare, ma se ti dà fastidio – o ti causa dei sintomi – una diastasi può quasi sempre essere corretta con esercizi speciali.

Cos’è una diastasi?

Si chiama così quando i muscoli retti dell’addome si separano durante la gravidanza, lasciando un vuoto che permette alla pancia di spuntare fuori. Alcune donne sentono di sembrare ancora incinte. Ecco come succede.

I muscoli retti dell’addome sono un paio di muscoli lunghi e piatti che corrono verticalmente su ogni lato del tuo addome. Questi muscoli trattengono i tuoi organi interni e stabilizzano il core. Quando la pancia si espande durante la gravidanza, il tessuto connettivo si allunga, permettendo al retto addominale di staccarsi e separarsi verticalmente nel mezzo (anche gli ormoni della gravidanza giocano un ruolo essenziale, rilassando il tessuto connettivo per accogliere il bambino che cresce).

A volte il tessuto guarisce, e i muscoli tornano insieme dopo il parto quando i livelli ormonali tornano ai valori pre-gravidanza. Tuttavia, se questo non accade in tre o sei mesi, si può finire con un vuoto che non si chiude senza trattamento. Gli studi dimostrano che circa il 40% delle donne ha una diastasi a sei mesi dal parto.

Dopo la gravidanza, una diastasi appare come una cresta o anche una pagnotta che sporge dalla linea mediana. La cresta diventa più prominente quando ci si sforza – per esempio per tossire o per sedersi. Inoltre, può scomparire o cedere quando ci si sdraia o si rilassano i muscoli addominali.

Esiste un test per la diastasi?

Ecco come capire se hai la diastasi: sdraiati sulla schiena, con le ginocchia piegate e i piedi sul pavimento. Metti il palmo della mano sulla pancia, con le dita rivolte verso le dita dei piedi. Premi delicatamente le dita nella zona dell’ombelico, poi solleva lentamente la testa, portando il mento al petto. Questo fa contrarre il retto dell’addome. Se senti uno spazio di almeno due dita di larghezza tra i muscoli mentre si contraggono, hai una diastasi.

Uno spazio di quattro o cinque dita è considerato grave. Ripeti la procedura sotto e sopra il tuo ombelico, perché la separazione può essere più ampia in posti diversi.

Esercizi

Una volta che il tessuto connettivo si allunga, può essere difficile ricostruire la forza del core e riunire i muscoli. Fare crunch tradizionali può peggiorare la tua condizione. Essi tendono a rendere quei muscoli più stretti, spingendoli più lontano e allungando il tessuto connettivo ancora di più in modo che cresca più sottile e debole. Spesso è possibile correggere una diastasi con esercizi specifici, ma avrai bisogno della guida di un fisioterapista.

Se la diastasi è grave, e non hai intenzione di rimanere incinta di nuovo, la chirurgia può essere un’opzione, soprattutto se hai fatto tutto il possibile con la terapia fisica ma stai ancora lottando con un core debole. La chirurgia per riparare una diastasi comporta la ricucitura dei muscoli della parete addominale lungo la linea mediana. In alcuni casi, un chirurgo può essere in grado di eseguire la procedura in laparoscopia (utilizzando una piccola telecamera e strumenti inseriti attraverso piccole incisioni).

diastasi post-parto
diastasi post-parto

Le diastasi gravi, tuttavia, richiedono una chirurgia addominale aperta attraverso un’incisione più grande. Sfortunatamente, questa è considerata una procedura cosmetica, quindi generalmente non è coperta dall’assicurazione. A proposito, se hai intenzione di avere altri figli, vale la pena di riparare una diastasi con la terapia fisica (non la chirurgia) per rafforzare il core prima della prossima gravidanza. Potrebbe ripresentarsi, ma è probabile che sia meno grave.

Sintomi

Una diastasi può portare a complicazioni di salute tra cui dolore lombare cronico, incontinenza urinaria, costipazione, dolore durante il sesso e dolore pelvico o all’anca. Se hai uno di questi sintomi nei mesi dopo il parto, potrebbero essere dovuti in parte a una diastasi.

Come posso evitarla?

Se puoi, è una buona idea iniziare a fare esercizi per rafforzare il tuo core prima di rimanere incinta. Una volta che sei incinta, puoi continuare alcuni di questi esercizi durante il primo trimestre. Tuttavia, anche il rafforzamento delicato del core è in gran parte inefficace una volta che la pancia diventa grande.

In ogni caso, è probabile che rimanere attiva possa aiutare. Alcuni studi dimostrano che le donne che hanno fatto regolarmente attività fisica durante la gravidanza hanno avuto meno probabilità di finire con una diastasi.

È troppo tardi per correggerla?

No. Con una cura adeguata è possibile chiudere una diastasi anche anni dopo aver partorito l’ultimo figlio. Quanto tempo ci vuole per guarire dipende dalla gravità (la distanza tra i muscoli addominali separati e il danno al tessuto connettivo teso) così come il tuo impegno nel risolvere il problema.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli