Tutto quello che sappiamo (querelle compresa) sulla statua di Lady Diana che sarà svelata domani

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Tim Graham - Getty Images
Photo credit: Tim Graham - Getty Images

Sarà a numero chiuso, anzi chiusissimo l'inaugurazione della statua di Diana in programma per domani 1 luglio, giornata simbolica in cui ricorre il 60esimo anniversario della nascita della principessa. Fortemente voluta dai figli della compianta principessa William e Harry nel 2017, quando ancora la Megxit non era all'orizzonte e i due fratelli parlavano a una sola voce, la statua è stata commissionata a Ian Rank-Broadley, scultore celeberrimo in Gran Bretagna a cui si deve la realizzazione dell'effigie della regina Elisabetta su tutte le monete del Regno Unito e del Commonwealth dal 1998, e domani sarà posta nel Sunken Garden di Kensington Palace, nel fronte orientale del Palazzo. Ma ora che i tempi stringono e alla commemorazione manca meno di un giorno, vengono al pettine le difficoltà di un evento preparato da tempo, ma reso più complicato dal sopraggiungere della pandemia e dall'interporsi di incomprensioni e schermaglie tra i membri della Royal Family. La cerimonia rischia infatti di passare in secondo piano per una serie di defezioni che stanno già facendo discutere a Londra.

Photo credit: Anwar Hussein - Getty Images
Photo credit: Anwar Hussein - Getty Images

A brillare per la sua assenza non sarà solo la mamma bis Meghan Markle, che grazie alla fortunosa nascita di Lilibet Diana sarà dispensata dal presenziare all'evento, a cui probabilmente non avrebbe in ogni caso partecipato, non volendo più avere niente a che fare con l'etichetta di corte. Tra i grandi assenti si conterà anche il principe Carlo, che come riferisce una fonte anonima del Times si asterrà dal commemorare l'ex moglie nel timore che la celebrazione rievochi in lui ricordi dolorosi: "dopo la morte di Lady Diana l'erede al trono sente che è meglio tenere per sé questi ricordi e lasciare che siano i suoi figli a occuparsi dell'inaugurazione".

Photo credit: Princess Diana Archive - Getty Images
Photo credit: Princess Diana Archive - Getty Images

Per ragioni molto diverse mancherà anche Kate Middleton. Ufficialmente infatti la duchessa di Cambridge non presenzierà per ragioni sanitarie di distanziamento sociale. In realtà, a chiederle di fare un passo indietro, pare che sia stato proprio William, volendo risparmiarle un ulteriore coinvolgimento nel già complicato rapporto con il fratello Harry. "William è stufo dei drammi e Catherine non ha bisogno di essere coinvolta in queste storie – riferisce un'altra fonte anonima a Page Six –. Stanno pianificando una visita di famiglia con i loro figli, e questo momento sarà molto più importante delle dichiarazioni pubbliche". Una scelta ben ponderata dal duca di Cambridge che non vuole offrire il fianco a inutili polemiche che distrarrebbero dalla vera ragione dell'incontro: la celebrazione del ricordo della madre attraverso un omaggio sentito e concreto.

Photo credit: PATRICK RIVIERE - Getty Images
Photo credit: PATRICK RIVIERE - Getty Images

Se in questi giorni William ha preferito mantenere un basso profilo e non ha voluto rilasciare dichiarazioni prima dell'atteso evento, Harry ha scelto, ancora una volta, di fare di testa propria con un'apparizione a sorpresa in occasione del Diana Award, un premio assegnato a coloro che stanno portando avanti l'eredità della principessa Diana attraverso il loro impegno umanitario. Secondo People, il duca di Sussex è apparso questa settimana in un video discorso di fronte ai vincitori del premio per ricordare la madre e l'imminente inaugurazione della statua attesa per domani. "Io e mio fratello celebreremo quello che sarebbe stato il 60esimo compleanno di nostra madre. Nostra madre credeva che i giovani abbiano il potere di cambiare il mondo. Credeva nella vostra forza perché l'ha vista giorno dopo giorno nei volti di giovani esattamente come voi, lei stessa è stata testimone di un entusiasmo e una passione sconfinati". E ha aggiunto: "Meg ed io fondamentalmente crediamo che il nostro mondo sia sull'orlo del cambiamento, del vero cambiamento per il bene di tutti". Una menzione speciale alla moglie che non è sfuggita al pubblico e che testimonia ancora una volta la differenza di stile e sensibilità tra i due fratelli, che domani, per la prima volta dopo mesi di nuovo insieme, esprimeranno il loro personale cordoglio pronunciando ciascuno il proprio discorso. Quasi a sottolineare la distanza – ormai non più solo geografica – che li separa e che forse nemmeno il ricordo della madre potrà più sanare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli