Uccide la compagna con numerose coltellate al collo e poi si costituisce

Fabio Luppino
·Ufficio centrale HuffPost
·1 minuto per la lettura
The dead woman's body. Focus on hand (Photo: aradaphotography via Getty Images)
The dead woman's body. Focus on hand (Photo: aradaphotography via Getty Images)

E’ giunto in Questura con le mani ancora sporche di sangue, dopo aver ucciso la compagna con numerose coltellate al collo. E’ accaduto la notte scorsa a Riveredo in Piano, in provincia di Pordenone, dove è andato poi a costituirsi. La vittima aveva 34 anni, l’omicida uno di meno.
E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato.

Secondo quanto si è appreso, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico- Squadra Volante e della Squadra Mobile della Questura si sono immediatamente recati nell’abitazione indicata dall’uomo, dove hanno trovato il cadavere della donna.
Sul posto è giunto poco dopo anche il pubblico ministero di turno, Federico Facchin, che, completati i primi accertamenti, ha arrestato l’uomo per il reato di omicidio volontario pluriaggravato. Questi si trova ora negli uffici della questura - retta dal Questore Marco Odorisio - dove il pm procederà a breve all’interrogatorio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.