Udite, udite: il bel Duca di Bridgerton potrebbe essere il nuovo James Bond (e il resto è noia)

Di Monica Monnis
·2 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo
Photo credit: courtesy photo

From Cosmopolitan

Piccoli ruoli o comparsate passate in sordina (Harry Potter, ebbene sì), oppure parti consistenti ma in produzioni che fondamentalmente non hanno preso il volo (For the people per esempio), e poi l'uragano Bridgerton che tra gli esaltati e i delusi trova tutti d'accordo sull'indiscusso sex appeal del suo leading actor. Regé-Jean Page è l'attore del momento, il suo Duca di Hastings ha scansato Christian Grey dalle fantasie più compromettenti e Hollywood si frega le mani per aver trovato la nuova stella su cui puntare. A star is born e fondamentalmente bisogna battere il ferro finché è caldo. Come? Affidandogli un ruolo importante e allo stesso tempo strizzando l'occhio a un tema caldo come l'inclusione. La notizia è da far girare la testa (in un valzer): il Duca di Hastings è in pole position per essere al cinema il prossimo James Bond. E tutto il resto è noia.

Come riporta Variety, ritenuta la bibbia della settima arte e quindi davvero affidabile nelle sue indiscrezioni, Regé-Jean Page potrebbe vestire i panni dell'agente segreto alla corte di Sua Maestà per il post Daniel Craig (No Time to Die, l'ultimo film con Craig dovrebbe uscire in sala il 2 aprile del 2021 ndr). “Quel che rende più forte la candidatura di Regé-Jean Page è il tempismo", spiega al magazine Alex Apati, patron della Ladbrokes, società di scommesse che ha quotato tutti i papabili candidati alla parte, "oggi, sembra essere imminente l’annuncio con il quale si dia conto della sostituzione di Daniel Craig e il successo di Bridgerton, in questo preciso momento, potrebbe aver lavorato in suo favore". Tutto chiaro: visto il successo planetario di Bridgerton, un annuncio di questo tipo, oggi, potrebbe far volare anche 007 alle stelle.

Parlando di numeri, la possibilità che Regé-Jean Page possa essere scelto come prossimo James Bond è data 5 a 1: Tom Hardy rimane sempre il favorito con un bel 6 a 4, seguito da James Norton e Idris Elba. C'è da dire che dal BLM in poi, lo showbiz si è messo mano su cuore e coscienza promettendo maggiore inclusione nelle pellicole, e vedere per la prima volta un James Bond di colore sarebbe un bella scossa per l'enterteinment e l’immaginario collettivo. Da non sottovalutare poi la giovane età di Regé-Jean (ha solo 31 anni, quindi potrebbe assicurare con la sua presenza ancora lunga vita alla saga(, il suo adorabile accento inglese e la dotazione infinita di charme e addominali. A gettare benzina sul fuoco, un tweet sospetto dell'attore britannico con cittadinanza zimbabwese datato 16 dicembre con una citazione di Bond (vedi qui sopra) e il suo Martini. "Il mio nome è Hastings, Duca di Hastings" (e si vola altissimo).