Udite udite, la lavatrice si lava: trucchi e consigli su modi e tempi per tenerla profumatissima

·3 minuto per la lettura

Le grandi ironie della vita: la lavastoviglie da pulire, l'aspirapolvere da svuotare e...la lavatrice da lavare! Certamente, sembra assurdo dover pulire un elettrodomestico la cui funzione primaria è proprio quella di pulire ma, ahimè, non possiamo proprio esimerci dal farlo. La lavatrice trattiene infatti il residuo dei detergenti, oltre che agli oli provenienti dai vestiti: se non ci preoccupiamo di lavare la lavatrice con regolarità, insomma, rischiamo di renderla meno efficiente e accorciare quindi la sua "convivenza" con noi. E poi...non vogliamo certo avere quello spiacevole odore di umido sui nostri amati vestiti, vero? Oh no! Vediamo insieme come e quanto spesso pulire la lavatrice!

Come pulire la lavatrice: la guida

Per pulire la lavatrice nel modo più veloce ed efficace dobbiamo munirci di soli due ingredienti: borace (tetraborato di sodio) e aceto. Infatti, dopo aver messo nella nostra lavatrice 1/2 kg di borace e 4 litri di aceto e avviato il suo programma più caldo, non ci resta che pulire con una spugna le guarnizioni. La stessa operazione funzionerà sia per le lavatrici a carico frontale che per le lavatrici a carico dall'alto. Mi raccomando: assicuratevi, alla fine del processo, di passare le superfici con un panno pulito in microfibra e di pulire gli scompartimenti del liquido e dell'ammorbidente. Un gioco da ragazzi, vero?
Ovviamente, non è solo la parte interna della lavatrice a dover essere passata al setaccio: lo sporco si annida anche all'esterno della lavatrice – quelle horreur! Nessun problema: con un detergente neutro e un panno pulito e umido possiamo pulire il lato esterno della nostra lavatrice. Una volta passato il panno, assicuriamoci di dare un'ultima passata con un panno in microfibra, per togliere tutti – ma proprio tutti – quegli spiacevoli aloni. Secondo Samsung, un trucco per assicurarci che la lavatrice rimanga pulita e profumata il più a lungo possibile, possiamo tenere il suo sportello e gli scomparti dei detergenti aperti tra i lavaggi e, se siamo soliti lavare con acqua fredda, far partire un ciclo con acqua tiepida o calda qua e là per evitare che si ammucchino dei residui dei detergenti. Attenzione: se avete ricevuto il consiglio del metodo di lavaggio con la candeggina...ignoratelo, per carità! La candeggina infatti rischia di danneggiare più velocemente sia la vostra macchina che i vostri vestiti!

Photo credit: Courtesy of Unsplash - Vladimir Gladkov
Photo credit: Courtesy of Unsplash - Vladimir Gladkov

Quanto spesso lavare la lavatrice?

Una volta padroneggiati i segreti sul come pulire la lavatrice non ci rimane che affrontare la seconda domanda da un milione di dollari: quanto spesso lavare la lavatrice? Ovviamente, se sentiamo spiacevoli odori provenire dalla lavatrice dobbiamo agire tempestivamente – non possiamo certo rischiare che la muffa, una delle cose più dannose per il nostro organismo, si presenti! Per evitare interventi d'urgenza e lavaggi multipli però, è fondamentale lavare la lavatrice con regolarità. Se siamo soliti usare detergenti a base chimica con profumi o ammorbidenti, consigliamo un lavaggio ogni 2 mesi; se, invece, siamo fan dei detergenti a base naturale (ancor meglio se ricavati dalle piante, in quanto rilasciano meno residui – possiamo permetterci di farlo ogni 6 mesi.