Ue, sta emergendo accordo su ammorbidimento regole bilancio - Dombrovskis

·1 minuto per la lettura
Il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis a Strasburgo

BRUXELLES (Reuters) - Tra i governi europei si sta delineando un'intesa su come modificare in senso più morbido le regole sulla disciplina di bilancio -- attualmente sospese -- in modo da concedere più margine temporale per il rientro del debito.

Lo dice alla stampa il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis, che partecipa nel pomeriggio alla riunione dell'Eurogruppo dedicata tra l'altro proprio alla revisione del Patto di stabilità e crescita, il codice sulla disciplina di bilancio messo a punto a salvaguardia della valuta unica.

"Sembrano emergere numerosi punti di convergenza su un percorso più graduale per il rientro del debito, in particolare rispetto alla cosiddetta regola di 1/20" osserva.

Secondo le attuali norme del 'fiscal compact -- sospeso fino al 2023 a causa dell'emergenza sanitaria -- per la quota del rapporto debito/Pil in eccesso rispetto al livello del 60%, il tasso di riduzione debba essere pari ad 1/20 all'anno nella media dei tre precedenti esercizi.

"Per la riduzione del debito serve un percorso credibile ma anche realistico, che conceda spazio alla transizione verde e alla digitalizzazione" conclude.

Si punta inoltre, sempre secondo Dombrovskis, a una semplificazione delle regole che dovrebbero basarsi meno su indicatori inosservabili in maniera diretta come, come output gap e saldo strutturale.

(In redazione a Milano Alessia Pé, Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli