Un 19enne di origini algerine era diventato una Primula Rossa ma i carabinieri lo hanno bloccato

Arrestato dai carabinieri "Arsenio Lupin"
Arrestato dai carabinieri "Arsenio Lupin"

Fra Gorgonzola, Cernusco sul Naviglio e Milano aveva messo a sego ben 19 fra rapine e furti in tre mesi, arrestato “Arsenio Lupin”: un 19enne di origini algerine era diventato una vera Primula Rossa ma i carabinieri lo hanno bloccato. Dal mese di aprile aveva compiuto decine di reati e negli ultimi due mesi ne erano stati censiti davvero tanti. I media spiegano che a tradire il giovane criminale una rapina finita con l’arrivo della proprietaria. Proprietaria che lui ha “minacciato con un cavatappi prima di scappare con il bottino”.

Ben 19 fra rapine e furti in tre mesi

Quale bottino? Un computer e 200 euro in contanti che però gli erano costati cari; la vittima aveva fornito finalmente quello che mancava agli inquirenti della Benemerita: un identikit assieme a cui “la ricostruzione certosina delle immagini in arrivo dalle telecamere” hanno consentito agli investigatori di far scattare le manette ai polsi del 19enne.

L’identikit della vittima e alla fine l’arresto

Il ragazzo è agli arresti a San Vittore per ordine del giudice e a lui è ascritta anche una spaventosa serie di scippi. Come faceva? “Approfittando di momenti di distrazione delle vittime impegnate fare la spesa o shopping aveva arraffato borse, portafogli, gioielli”.