"A un certo punto bisogna chiudere un capitolo e cominciarne un altro": Federica Pellegrini si racconta

·5 minuto per la lettura
Photo credit: Quinn Rooney - Getty Images
Photo credit: Quinn Rooney - Getty Images

Federica Pellegrini è molto più di una nuotatrice. Federica Pellegrini è una nuotatrice star, una che il nuoto l'ha portato molto fuori dalla vasca blu. L'ha portato in tv, sui giornali, nei front row delle sfilate. E poi su Instagram, dove ogni giorno condivide con nientemeno che 1,5 milioni di follower gioie (professionali e non) e dolori (Covid-19 compreso). Quest'estate ci ha tenuto con il fiato sospeso nella quinta e ultima Olimpiade della sua carriera, la tanto attesa e discussa Tokyo 2020, e a settembre ha inaugurato la sua nuova vita post-agonismo con un nuovo ruolo: quello di ambassador per l'ultimo ritrovato skincare di Yves Rocher, Elixir Botanique. Una linea che coniuga le proprietà delle piante con la biotecnologia marina, tra terra e acqua. Esattamente come la vita di Super Fede.

Photo credit: Xavier Laine - Getty Images
Photo credit: Xavier Laine - Getty Images

Sei da poco diventata testimonial della nuova linea Elixir Botanique di Yves Rocher. Che rapporto hai con la tua beauty routine e soprattutto come l’hai conciliata con i tuoi impegni da atleta in questi anni?

Conoscevo e ho sempre ammirato Yves Rocher per la sua missione sostenibile e avvicinarci e lavorare insieme, soprattutto per un lancio così importante, è stato un vero piacere. Mi sono ritrovata perfettamente in quello in cui crede e soprattutto nella creazione di questa linea che unisce terra e oceano. Inutile dirlo: l’acqua è il mio habitat, la mia pace, la mia grinta. Dalla terra però prendo la mia forza, la mia energia. Questa collaborazione inoltre mi ha permesso di ascoltare di più i bisogni della mia pelle. Fino a oggi non ho mai avuto molto tempo per occuparmene, ma ho sempre cercato di mantenerla pulita, idratata e sana. Oggi dopo la detersione e il tonico uso prima di tutto il siero, e in questo caso il siero quotidiano fortificante anti inquinamento Elixir Botanique. Dopodiché non dimentico il Roll-On Illuminante Anti-Fatica Elixir Botanique per il contorno occhi. La mia vita è in costante movimento, per questo la beauty routine è un modo per concentrarmi su me stessa e ripagare la mia pelle e il mio corpo per gli intensi sforzi a cui li ho sottoposti. Se parliamo di makeup, invece, amo l'effetto nude. I miei must sono il mascara Intense Metamorphose Waterproof di Yves Rocher e la matita labbra Le Brillant numero 2 bois de rose, sempre di Yves Rocher.

Dopo le Olimpiadi di Tokyo 2020 hai annunciato il ritiro dalle vasche. Come l’hanno presa amici e fan?

Molti forse vorrebbero che continuassi per sempre, ma arriva un momento in cui si deve prendere atto del fatto che una storia è finita e un’altra sta per iniziare. Io spero che quelli che mi hanno seguito e amato continuino a farlo anche se non gareggerò più. Vorrei continuare a tenere vivo il rapporto con i miei fan anche dopo il termine dell’attività agonistica.

Come immagini la tua nuova vita ora?

Ho tanti progetti, anche perché mi resterà molto più tempo libero. Cercherò di far convivere la parte istituzionale, legata al mio ruolo di rappresentante degli atleti all’interno del CIO, con quella più pop, ad esempio nelle vesti di giudice per Italia’s Got Talent.

Il tuo successo da nuotatrice infatti ti ha regalato anche una grande fama mediatica. Come l’hai gestita?

Non è stato sempre facile: la fama quando arriva precocemente ti investe come un treno in corsa. All’inizio sembra tutto bello, poi pian piano ti accorgi delle controindicazioni, soprattutto se sei in piena adolescenza. Mi sono circondata di persone fidate e ho lavorato su me stessa per imparare ad apprezzarne gli aspetti positivi e a gestirne invece i lati negativi.

Ti piacerebbe condurre un programma tv tutto tuo?

Per adesso sto facendo un’esperienza importante con Italia’s Got Talent. All’inizio mi sentivo in un contesto per me poco familiare, ma mi sono messa in gioco facendo venire fuori la mia personalità, imparando contemporaneamente quelli che sono i tempi televisivi e osservando i fuoriclasse con cui ho avuto il piacere di lavorare. Non ho in testa un format particolare che vorrei condurre, per adesso mi piace lavorare in squadra.

Negli anni sei diventata anche un’icona di stile. Che rapporto hai con la moda?

Ho sempre amato la moda, la seguo con grande passione perché adoro la creatività degli stilisti e perché mi permette di mostrare la mia femminilità.

Il look con il quale ti senti più a tuo agio?

Sto bene quando vesto comoda e sportiva o quando vado sull’elegante, sono due parti della mia personalità che convivono. Devo ammettere però che con il vestito giusto e un tacco 12 mi sento davvero una regina.

Dopo l’addio al nuoto hai dichiarato di essere pronta a diventare mamma. Credi che nuoto agonistico e maternità non siano compatibili?

Non credo siano incompatibili, tante atlete l’hanno fatto continuando a ottenere risultati di prestigio. Penso sia una scelta personale: io ho preferito concentrarmi sulla carriera agonistica e adesso che ho smesso mi sento pronta per affrontare anche un’esperienza come la maternità.

La rinuncia più grande che hai dovuto fare per il nuoto?

Sicuramente la rinuncia a una vita sociale più intensa: gli allenamenti sono molto duri e bisogna avere dei ritmi regolari, non ci si possono concedere stravizi.

Se non avessi fatto la nuotatrice saresti...

Non so, il nuoto ha sempre fatto parte della mia vita e ho avuto fin da bambina l’obiettivo di diventare una grande nuotatrice. Chissà, magari lo scoprirò adesso che ho la possibilità di sperimentare cose nuove.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli