Un oggetto misterioso orbita intorno alla Terra, e nessuno sa cos'è

Di Redazione
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Wikimedia Commons
Photo credit: Wikimedia Commons

From Esquire

Mettiamola così: esiste un pezzo di qualcosa nello spazio intorno alla Terra, un oggetto fotografato dall'equipaggio dello Space Shuttle Endeavour nel 1998. Come potete immaginare la scoperta di questa cosa ha fatto impazzire di gioia i complottisti e gli ufologi meno rigorosi, che hanno cominciato a unire vare notizie sparse nella storia del Novecento per creare un storia coerente e precisa.

Secondo loro questo oggetto, chiamato The Black Knight, sarebbe un satellite artificiale antichissimo e quindi non costruito dall'uomo. Forse serve a comunicare con noi, ma ovviamente la NASA ce lo tiene segreto, o forse serve per controllarci per una futura invasione. Su questo le teorie sugli alieni possono sbizzarrirsi e arrivare a qualsiasi livello.

Photo credit: Wikimedia
Photo credit: Wikimedia

Sempre secondo il complotto questo oggetto sarebbe stato involontariamente nominato da Nikola Tesla ad un giornalista dell'Albany Telegram quando gli disse che credeva di aver captato dei segnali proveniente dal pianeta Marte. Erano i primi anni del Novecento e in quel momento eravamo quasi certi che Marte fosse abitato. Secondo chi crede al Black Knight quelli erano segnali di questo satellite, in un momento in cui ovviamente i satelliti artificiali non esistevano, quindi l'unico modo per avere segnali da Marte.

Un'altra spinta a questa teoria la diede l'astronauta americano Gordon Cooper che nella sua autobiografia Leap of Faith: An Astronaut's Journey Into the Unknown raccontò di aver visto un UFO e si lasciò persuadere molto da quell'avvenimento scrivendo anche lui di ufologia e alieni. Poi anche il Time ci si mise da parte sua, nominando il "satellite" e creando scalpore. Da quel momento il complotto si è fatto sempre più vivo e forte.

E la NASA che dice? Purtroppo è solo un detrito, un pezzo rotto del satellite Discoverer che gira in orbita come tutto il resto. D'altronde i complottisti non hanno i mezzi per controllare da vicino cosa sia e non si fidano delle affermazioni degli scienziati e e della comunita di ricerca astronomica, preferiscono affidarsi alle foto sfocate che passa il Time o che fioriscono su internet.

Ma tanto il Cavaliere Nero non ci pensa a tutto questo, sta lassù in orbita a girare, nessuno lo ha ancora distrutto e si gode la vista.