Un rimedio naturale per evitare di danneggiare le cellule epatiche

·2 minuto per la lettura
olio d'oliva fegato
olio d'oliva fegato

L’olio extravergine d’oliva è ricco di proprietà conosciute per essere eccezionali per la salute del nostro organismo, e tra queste c’è in particolare anche quella di difesa del fegato. Capiamo di cosa si tratta.

Olio d’oliva: proprietà per il fegato

L’olio d’oliva è composto da acidi grassi “buoni”, ovvero salutari per il nostro corpo, come l’acido oleico, il linoleico e il palmitico. Tra le sue funzioni ci sono quella dell’accrescimento corporeo, dell’aiuto alla formazione delle ossa, di difesa dalle infezioni. E’ inoltre consigliatissimo nella nostra dieta per proteggere il cuore da malattie e per evitare accumulo di colesterolo “cattivo” nel sangue.

Tra queste molteplici proprietà e funzioni dell’olio d’oliva non possiamo non inserire quella svolta per la protezione del fegato, in particolare da una malattia piuttosto grave, la steatosi epatica.

Olio d’oliva come protezione per il fegato

Secondo diversi studi recenti l’olio d’oliva si è rivelato essere un vero e proprio agente di difesa per un organo fondamentale come il fegato. Nello specifico, il consumo frequente di olio extravergine d’oliva nella nostra dieta – come suggerisce ad esempio la dieta mediterranea – può influire sulla riduzione del rischio di sviluppare una malattia come la steatosi epatica. Questa patologia deriva da un accumulo eccessivo di trigliceridi, ovvero di grassi, all’interno del tessuto del fegato. Questa condizione ovviamente non fa che peggiorare la qualità dei processi a carico del fegato, causando talvolta anche malattie ancor più gravi come la cirrosi.

Olio d’oliva per ripulire il fegato

Si sa, durante la nostra vita l’organismo può essere soggetto a veri e propri attacchi esterni nocivi, talvolta dovuti anche al nostro stile di vita non propriamente salutare. Tra gli organi che soffrono di più per questi danni c’è ancora una volta il fegato, estremamente fondamentale per diverse funzioni vitali come la digestione. Se vogliamo aiutare questo organo a non incorrere in gravi patologie e ripulirlo da tossine e grassi – come si diceva in precedenza – un’ottima soluzione è rappresentata dal consumo abituale di olio d’oliva.

Consumare ogni giorno almeno un cucchiaio di olio extravergine d’oliva a crudo, con l’aggiunta del succo di mezzo limone, è un vero e proprio toccasana per il nostro fegato e il nostro corpo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli