Un surfista 51enne ha preso "l'onda del decennio" in California: ecco il video

Di Redazione
·1 minuto per la lettura
Photo credit: rhyman007 - Getty Images
Photo credit: rhyman007 - Getty Images

From Esquire

La sfida ai surfisti di tutto il mondo è lanciata: a neanche un mese dall’inizio della nuova decade è già stabilito il record “onda del decennio”, e non sarà facile superarlo.

Siamo a Mavericks, nella baia della Mezzaluna, vicino al paese di Princeton-by-the-Sea, contea californiana di Santa Cruz. Un tempio sacro del surf di onde giganti, tanto che dal luogo prende il nome anche la famosa “onda Mavericks”. Qui, infatti, la particolarità del fondale roccioso, combinata con la forza dei venti pacifici, soprattutto in inverno fa alzare onde strepitose, fra gli otto e i 24 metri di altezza.

Una lunga rampa sottomarina fa crescere la cresta dell’onda con grande lentezza, così che il corpo ha tempo di alzarsi verticalmente. Si tratta di un’onda destra, a cui però si allaccia anche una partenza a sinistra fino a che i due lati non convergono al centro a scaricare la forza di questo spettacolo naturale.

Ma surfare a Mavericks è molto pericoloso, come sanno i cultori del surf di onde giganti (pochi in verità), tanto che qui è anche morto qualche nome celebre dello sport. La competizione che vi si svolge annualmente raduna pochi eletti, che gareggiano strettamente su invito degli organizzatori.

Bene, quest’anno si è già vista l’onda perfetta, quella stellare. Ed è toccato a un veterano del surf, il cinquantunenne Peter Mel, peraltro originario della zona, riuscire a cavalcarla. Il fatto che sia stato proprio lui a godersi il momento ha qualcosa di poetico. Il video che lo immortala ha fatto il giro del mondo e sono piovute felicitazioni, congratulazioni e complimenti dei VIP ammiratori, i mostri sacri del surf contemporaneo: da Kelly Slater a Nathan Florence.