Un tipo particolare aka Andrea Carpenzano il Lovely Boy da tenere d'occhio a Venezia 2021

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Maria Moratti - Getty Images
Photo credit: Maria Moratti - Getty Images

«Fate trap: la roba che facciamo noi neanche c’ha un nome, stiamo su Marte»: così Nic, il protagonista di Lovely Boy, interpretato da Andrea Carpenzano, parla ai suoi fans su Tik Tok. Marte in realtà è la periferia di Roma e lui, ventenne talentuoso e fragile, tatuato e coi riccioli rosa, potrebbe firmare il suo primo contratto col suo duo trap, invece crolla imbottito di cocaina, MDMA, ketamina e psicofarmaci.

Il film di Francesco Lettieri, oggi alle Giornate degli autori, non è solo la sua storia, ma anche il ritratto di un mondo quasi sconosciuto a chi ha più di trent’anni, quello della trap. «La ascolto come tante altre cose, da Paolo Conte a Sfera Ebbasta», dice Carpenzano. La trap, sentenzia nel film, a differenza del rap non ha contenuti, «ma forse è anche meglio così: i contenuti hanno rotto. Un quarantacinquenne che fa rap e ancora parla della strada e delle canne sta fuori dal tempo». Carpenzano di anni ne ha 26, ma non gli piacciono i paletti generazionali.

Anche il cliché del giovane attaccato ai social media con lui non funziona: «Prima mettevo qualche foto su Instagram, adesso penso che lo userò solo per dire che è uscito un mio film». E nonostante sia pieno di progetti, come i prossimi film Calcinculo di Chiara Bellosi e Chiara di Susanna Nicchiarelli, preferisce non fare programmi: «Non ho mai pianificato nulla, non mi sono mai soffermato a pensare se mi piace recitare», dice. Del resto, si definisce «un tipo particolare», come lo è anche il percorso di Nic, che si ricostruirà in una comunità fra le montagne delle Dolomiti.

Lovely Boy, infatti, è girato anche in Alto Adige con il sostegno di IDM Film Fund & Commission. «Abbiamo guidato i produttori di Indigo Film e il regista alla scoperta delle location e delle atmosfere giuste per questa storia, seguendo anche le varie fasi di richiesta del finanziamento», spiega Birgit Oberkofler, Head IDM Film Fund & Commission Alto Adige. «I luoghi possono fare la differenza e contribuire al successo di un film. Per questo abbiamo lanciato quest’anno un bando dedicato ai location scouting sul nostro territorio per chi vuole girare in Alto Adige: i dettagli sono sul sito di IDM».



Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli