Una terribile tragedia a Bologna

·3 minuto per la lettura
Uccide la fidanzata
Uccide la fidanzata

Jaques Ngouenet ha ucciso la fidanzata Emma Pezemo, ha fatto a pezzi il suo corpo e poi si è impiccato. Ha confessato l’omicidio in un biglietto scritto prima di suicidarsi. L’uomo era in cura per disturbi psichiatrici.

Uccide la fidanzata e si impicca: la confessione in un biglietto

Jaques Ngouenet ha ucciso la fidanzata e l’ha fatta a pezzi, poi ha gettato il suo corpo in un cassonetto dell’immondizia. L’uomo, di 43 anni, ha confessato l’omicidio della compagna, di 31 anni, in un biglietto scritto in francese che ha lasciato nella sua stanza prima di impiccarsi. La donna ha trascorso tutta la giornata con il suo fidanzato, ma non è mai più tornata a casa. Per questo le coinquiline hanno deciso di contattare Ngounenet per avere notizie della loro amica. L’uomo ha risposto che non sapeva dove fosse e questo ha colpito molto le amiche della donna. “Non preoccupatevi per lei” ha dichiarato alla fine della telefonata. A questo punto le coinquiline della donna hanno deciso di chiamare le forze dell’ordine per dare il via alle ricerche.

VIDEO - Strage nel Torinese, pensionato uccide 4 persone

Uccide la fidanzata e si impicca: il ritrovamento del corpo

La donna di 31 anni aveva il sogno di diventare un’infermiera e per questo aveva iniziato da poco un corso per operatori socio sanitari. Le sue amiche hanno raccontato agli agenti che la donna non rimaneva mai fuori per la notte, per questo si sono allarmate non vedendola rientrare e hanno allertato le forze dell’ordine. Gli agenti del 112 hanno iniziato le ricerche, ma non sono riusciti a contattare il fidanzato. Hanno deciso di raggiungerlo presso il centro servizi Papa XXIII di via Roma, dove aveva una stanza, ma l’hanno trovato impiccato. Sul tavolo hanno trovato un biglietto in cui ha confessato l’omicidio. “Non vi preoccupate per il corpo di Emma” ha scritto in grancese. Poi c’erano delle frasi sconnesse che parlavano della loro storia d’amore, in cui ha fatto spesso riferimento al “denaro speso per lei“. L’uomo faceva lavori saltuari e aveva già tentato il suicidio ingerendo dell’acido. Era in cura per problemi psichiatrici.

VIDEO - Uk, un femminicidio ogni tre giorni

Uccide la fidanzata e si impicca: le indagini

Le forze dell’ordine, nonostante la confessione trovata sul biglietto, stanno portando avanti le indagini per accertare la dinamica dell’omicidio-suicidio. Jaques Ngouenet era ospite della Comunità Papa Giovanni XXIII perché in cura per alcuni problemi psichiatrici. Il 43enne ha voluto confessare in un biglietto in cui ha scritto delle frasi completamente sconnesse sulla storia d’amore con Emma Pezemo. I due corpi saranno presto sottoposti ad autopsia per raccogliere ulteriori elementi. Non è ancora escluso il coinvolgimento di una terza persona.

VIDEO - Femminicidio Ornella Pinto, dolore e rabbia ai funerali a Napoli