The Undoing sbarca oggi in tv, e un Hugh Grant così non lo avevamo mai visto

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Leon Neal - Getty Images
Photo credit: Leon Neal - Getty Images

From ELLE

Prima di guardare The Undoing - Le verità non dette, la serie che ha stregato l'America e che da oggi è disponibile su Sky Atlantic dobbiamo tutte fare una cosa: scordarci per sempre di William Thacker e del suo fascino imbranato, dire addio alla sexiness di Daniel Cleaver e persino dimenticarci del primo ministro inglese più desiderato di tutti i tempi. Che poi, dobbiamo ammetterlo, quasi tutti personaggi di Hugh Grant - da Notting Hill passando per Il Diario di Bridget Jones fino alla famosa scena del balletto a Downing Street in Love Actually - hanno qualcosa in comune tanto che ormai ci viene da pensare che l'attore inglese sia proprio così come ci siamo abituate a vederlo sul grande schermo: affascinante, sexy e dal cuore tenero. Ma The Undoing ci farà ricredere perché il pubblico anglofono su tutto assicura una cosa: uno Hugh Grant così perfido non si era ancora mai visto.

Creata da David E. Kelly e distribuita da HBO, The Undoing è stata un'autentica rivelazione arrivando a superare persino la prima stagione de Il Trono di Spade. Merito del suo cast stellare (Hugh Grant a fianco di Nicole Kidman e, per l'orgoglio di noi italiani, una splendida Matilda De Angelis) ma soprattutto della trama da cardiopalma dove nulla è come sembra e gli intrighi e i misteri dal sapore noir si intrecciano alle atmosfere super cool e impeccabili dell'Upper east side di Manhattan.

Nicole Kidman è la terapeuta Grace Fraser che all'apparenza sembra avere la vita perfetta: una casa splendida, un marito medico (Jonathan Fraser aka Hugh Grant) un figlio modello, un padre un po' filantropo un po' collezionista d'arte. A far crollare il quadretto idilliaco arriva come un uragano la notizia dell'omicidio dell'affascinante Elena (Matilda De Angelis che regge alla perfezione la recitazione in lingua inglese) una giovane artista, madre di due figli che frequentano la stessa prestigiosa scuola del figlio dei Fraser. Quando Jonathan- Grant viene accusato del delitto, sparisce e lascia Grace - Kidman a ricomporre i pezzi della sua vita. Un giallo, dunque, ma che passa attraverso un'attenta indagine psicologica dei personaggi tra frasi non dette, individualismo, segreti e voglia di apparire.

"È stata una liberazione uscire dal ruolo dell’uomo bisognoso d’amore", spiega Hugh Grant a Repubblica parlando di questa sua nuova veste da marito ambiguo e senza scrupoli, "Risulta molto più difficile dare profondità a personaggi di commedie romantiche. Per un motivo a me oscuro psicologie negative sono più semplici da interpretare, o almeno senza dubbio più divertenti". Secondo l'attore britannico i personaggi negativi vengono percepiti come più interessanti e sfaccettati dal pubblico e sta anche in questo la grandezza di The Undoing dove niente e nessuno è davvero come appare. "Grace, il personaggio della Kidman, deve tentare in qualche modo di disfare molto di quello che ha costruito nella vita, perché nonostante tutto ama ancora suo marito Jonathan, anche se potrebbe aver commesso qualcosa di orrendo”.

Grant racconta di essere stato un po' in ansia all'idea di lavorare con un'attrice pluripremiata come Kidman: "Mi piace", commenta, "ha un senso dell’umorismo asciutto. Ero preoccupato dall’idea di girare un dramma così intenso insieme a un’attrice così brava, ma se hai recitato con Meryl Streep niente altro può spaventarti veramente". L'animo da gentleman inglese è ancora intatto.