Vacanze ad agosto 2020 in Sardegna: attività e vita notturna

vacanze agosto 2020 sardegna

È tutto l’anno che immaginate le vostre prossime ferie, il lavoro frenetico ha aumentato la vostra voglia di sole e mare. Quale scelta migliore se non recarvi in Sardegna per le vacanze ad agosto 2020? Isola italiana situata sul Mar Mediterraneo, con i suoi nuraghi, le acque cristalline e i numerosi sentieri escursionistici, resta una delle mete preferite dagli italiani.

Vacanze ad agosto 2020 in Sardegna

Se siete novizi del posto, e non avete ancora deciso il vostro itinerario, le prossime righe potranno schiarirvi le idee e darvi ispirazione per organizzare il vostro viaggio seguendo le vostre ispirazioni e i vostri interessi.

La Sardegna è un territorio antico piena di archeologia come le Case dei Giganti, i Nuraghi e i Pozzi Sacri. E’ anche un posto molto legato alla storia e alle tradizioni con le sue Cavalcate Sarde e i suggestivi Candelieri.

Da non dimenticare tra tutte le feste il “Canto del Tenore” considerato dall’UNESCO nel 2005 patrimonio dell’umanità.
La buona cucina: molti i piatti derivanti dalla tradizione contadina e pastorale. ne sono esempi i Malloreddus e i Culurgiones. I formaggi e per finire il Mirto, digestivo tipico della terra Sarda.

tradizioni sarde

Mare e spiagge

Le spiagge del Sud sono meno costose di quelle del Nord, ma non per questo meno belle; le coste Occidentali risultano le più selvagge e quelle Orientali hanno le spiagge e gli scenari più belli.
Ma come anticipavamo prima la Sardegna non è solo mare e spiagge, ha molti sentieri e molti paesini dell’entroterra da visitare. Su tutte, la Barbagia una delle zone interne più selvagge dell’isola che merita senza dubbio di essere visitata.

Quando si parla di Sardegna il più delle persone subito pensa a piantare l’ombrellone e godersi il solleone sulla spiaggia rovente e rinfrescarsi con l’acqua del mare. Potrete scegliere tra spiagge isolate o quelle più in vista. Ce ne sono di alcune con dune ricoperte dalla macchia mediterranea zone ventose, oppure zone più calme e acqua trasparente.

Barbagia

Birdwatching

Senza dubbio una delle attività più interessanti da poter svolgere in Sardegna, soprattutto per gli appassionati del genere. E’ lungo le coste di Oristano che potrete ammirare fantastici esemplari di fenicotteri rosa, aironi rossi e falchi. Lo Stagno di Cabras è invece posto dove ammirare decine di uccelli migratori che ogni anno fanno qui i loro nidi e depongono le loro uova.

A Stintino dove si trova lo Stagno di Casaraccio potrete invece osservare gruppi di gru, cicogne nere ed alcune famiglie di anatre. Da non perdere, per gli amanti del genere anche lo stagno di Molentargius a Cagliari.

Villaggi dei minatori

Una delle più suggestive è la miniera di Porto Flavia, tunnel che sbuca su una scogliera a picco sul mare e che era la sede di estrazione diretta di materiali navali. Il territorio sardo fin dall’antichità è stato sede di molte miniere, la maggior parte delle quali abbondante e in disuso. Luoghi che oggi sono suggestivi da visitare e da fotografare per i fotografi che fossero alla ricerca di qualche ispirazione.

Trekking e saline

Trekking alla gola di Gorroppo: considerata la più grande e spericolata d’Europa. Non volete godervi il relax da ombrellone ma vi piace l’avventura e le passeggiate all’aria aperta, questo è uno dei posti che fa per voi. La gola è stata scavata nel tempo dal Rio Flumineddu. Ospita animali che vivono sono in questa zona, al riparo grazie alle mura di più di 500 metri di cui essa è composta.

Le Saline di Cagliari con il Parco Naturale Molentargius, una delle zone protette della Sardegna.

Vita notturna in Sardegna

La vita notturna: la movida non è solo Costa Smeralda e resort per vip. Essa si svolge tra Alghero e San Teodoro, con i loro bar in riva al mare e le discoteche in cui ballare fino al mattino.