Vaccino Moderna, bugiardino: seconda dose, sintomi, effetti collaterali

·2 minuto per la lettura

Il vaccino Moderna sotto i riflettori dopo la puntata di Report sulla terza dose del farmaco. Moderna, uno dei due vaccini mRna con Pfizer, viene usato come terza dose e booster per le categorie che già hanno completato il ciclo di vaccinazione. Qual è il bugiardino del vaccino? Quali i sintomi e gli effetti collaterali?

Di fronte all'aumento delle "segnalazioni di effetti collaterali come miocardite e pericardite" segnalate da alcuni Paesi, l'Ema ha assicurato che avrebbe valutato "i nuovi dati per determinare se è necessario aggiornare i consigli attuali nelle informazioni di prodotto". "Nel luglio 2021 - hanno ricordato dall'Agenzia europea del farmaco - il Prac ha concluso che la miocardite e la pericardite, condizioni cardiache infiammatorie, possono verificarsi in casi molto rari dopo la vaccinazione con Comirnaty o Spikevax, più spesso dopo la seconda dose e negli uomini più giovani". Per questo "il comitato ha raccomandato di elencare entrambe le condizioni come effetti collaterali nelle informazioni di prodotto per questi vaccini, insieme a un avvertimento per sensibilizzare gli operatori sanitari e le persone che ricevono questi vaccini. Anche gli operatori sanitari hanno ricevuto una comunicazione" in materia.

Ora, aveva proseguito l'ente regolatorio Ue, "le conclusioni del Prac sono supportate da nuove analisi di dati provenienti da Paesi nordici (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia), che mostrano la miocardite si verifica più frequentemente dopo la seconda dose di Comirnaty e Spikevax". Ma "le analisi preliminari" suggeriscono appunto "anche la possibilità che il rischio di miocardite negli uomini più giovani possa essere maggiore dopo una seconda dose di Spikevax rispetto a una seconda dose di Comirnaty, sebbene sia necessaria un'ulteriore valutazione dei dati".

Terza dose vaccino anti Covid, il ministero della Salute ha dato il via libera al richiamo del vaccino con Spikevax di Moderna con mezza dose del farmaco, dopo il parere di ieri della Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Aifa. L'ok dell'organo dell'Agenzia del farmaco è contenuto in una circolare, firmata dal direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Giovanni Rezza, nella quale si legge che "è possibile utilizzare anche il vaccino (Moderna) come richiamo di un ciclo vaccinale primario".

Si precisa che "la dose 'booster' del vaccino Spikevax è di 50 mcg in 0,25 ml, corrispondente a metà dose rispetto a quella utilizzata per il ciclo primario".

Inoltre, si evidenzia che "può essere utilizzata dopo almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato, a favore dei soggetti" per i quali la terza dose è al momento autorizzata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli