Vaia, 'monoclonali seconda generazione distruggono variante Delta'

·1 minuto per la lettura

"Gli anticorpi monoclonali di seconda generazione sono molti forti contro la variante Delta, la distruggono". Così il direttore dell'Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, ospite di 'Elisir' su RaiTre, parlando della sperimentazione in corso allo Spallanzani sugli anticorpi monoclonali di seconda generazione.

"Saranno destinati in via terapeutica alla persone con Covid nei primi giorni di malattia, nei soggetti sani che però hanno avuto problemi di immunità vaccinale o di pazienti oncologici che non hanno sviluppato anticorpi", ricorda. "Saranno in futuro una strategia preventiva e questa è la vera rivoluzione", ha aggiunto Vaia, che ha ricordato come questa seconda generazione di anticorpi monoclonali "si potrà usare anche a casa perché, al contrario della prima generazione, possono essere somministrati per via intramuscolo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli