Valeria Golino protagonista di «Occhi blu»

·1 minuto per la lettura

Nel suo ultimo film, Valeria Golino ha fatto di tutto per cancellare dal viso ogni espressione.

A chiedere totale impegno e dedizione è stato il set di «Occhi blu» diretto da Michela Cescon, in cui la 55enne di Napoli veste i panni di una rapinatrice inafferrabile, che sfugge alle forze dell'ordine in sella a una moto.

«Ho veramente capito che film stavo facendo quando abbiamo cominciato a girare e mi sono ritrovata in un vuoto allucinato, senza oggetti, in questa città che non sembrava nemmeno più Roma», racconta Valeria Golino a Leggo. «Quello che Michela voleva da me era il contrario di quello che spesso vogliono da me. Le ho anche detto “Perché mi hai scelta? Potevi prendere una bella ragazza di 30 anni”. Invece ha preso una donna di mezza età che ha come punto di forza l’espressività, e poi l’ha cancellata. Ma io mi sono fidata e sono contenta di averlo fatto».

Il personaggio di «Occhi blu» si ispira all'algido Ryan Gosling di «Drive».

«La storia fa da sfondo, mentre il genere crea una visione. Ti puoi immaginare tante cose sul perché lei sia così, ma alla fine quello che ci interessa è guardarla da vicino e abbandonarsi alle regole del genere».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli