Vanessa Ferrari conquista la quarta olimpiade: mai nessuna ginnasta azzurra ci era riuscita finora

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Dean Mouhtaropoulos - Getty Images
Photo credit: Dean Mouhtaropoulos - Getty Images

"Ci ho creduto, ho lavorato senza sosta e finalmente, con uno straordinario 14.266 salgo sul primo gradino del podio che vale il pass per Tokyo. All'inizio di questo cammino avevo promesso che vi avrei fatto sognare e vi dico solo che il grande sogno continua, andiamo a scrivere un'altra pagina di storia!" ha raccontato Vanessa Ferrari su Instagram, festeggiando la sua qualificazione ai Giochi olimpici di Tokyo 2021. Per la ginnasta di Brescia classe 1990 questo è davvero un traguardo storico: è la prima ginnasta italiana a qualificarsi per la quarta olimpiade della carriera.

Vanessa ha vinto la tappa decisiva di Coppa del Mondo a Doha, raggiungendo il punteggio di 14.266 e superando nella classifica generale del circuito biennale Lara Mori, che malgrado un ottimo esercizio e il suo 13.633, si deve accontentare di lasciare il posto all'amica e compagna.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Così Vanessa Ferrari blocca il suo posto alla quarta olimpiade dopo aver già partecipato all'edizione di Pechino 2008, nemmeno maggiorenne e già con un infortunio al piede, a Londra 2012 e Rio 2016, concluse al quarto posto del corpo libero. Ora spetta al dt della femminile, Enrico Casella, decidere la formazione della squadra. Tra le ipotesi, Vanessa Ferrari potrebbe partecipare da individualista, ma non è nemmeno escluso che la ginnasta possa essere inserita nel quartetto, lasciando il posto a Lara Mori, nel caso in cui venisse convocata.

Il percorso per raggiungere Tokyo 2021 è stato tortuoso per Ferrari, ma lei non ha mai mollato. Durante il lockdown del 2020 aveva continuato ad allenarsi allestendo il garage di casa come una palestra grazie all'aiuto del fidanzato Simone Caprioli, con tanto di striscia facilitante per le parti acrobatiche. Tra una diretta Instagram e l'altra con tutorial per tenersi in forma dedicati ai suoi follower, Vanessa ha continuato a coltivare il sogno. Poi le gare interrotta a metà, i punti delle qualificazioni tenuti validi, la positività al Covid-19: niente di tutto questo l'ha fermata. Oggi è pronta a scrivere la storia della ginnastica femminile italiana.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli