Vanessa Paradis ha consigliato alla figlia Lily-Rose Depp di votare contro Trump, più chiaro di così

Di Monica Monnis
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images
Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images

From ELLE

"Sono solo una ragazza che sta di fronte ad un ragazzo e gli sta chiedendo di votare", ha scritto Julia Roberts citando una delle frasi iconiche di uno dei suoi personaggi più iconici di uno dei suoi film più iconici (Notting Hill ovviamente, per chi non avesse indovinato l'obbligo è di rimediare asap). Tanti i colleghi che dall'isolamento sulle colline di Hollywood si sono messi a nudo (letteralmente) per sensibilizzare sull'importanza del voto per cambiare le cose. Poi c'è chi ha fatto un passo in più, ovvero aprire pubblicamente la propria scheda elettorale e comunicare (influenzare?) il proprio orientamento politico. Da Jennifer Lawrence che ha ammesso di non essere più repubblicana per colpa/merito di Trump, a Michael Keaton che ha spiegato di non poter sopravvivere "ad altri quattro anni di amministrazione Trump" concludendo con l'esortazione ad “ascoltare Batman”, passando per Demi Lovato che ha rilasciato una canzone Commander in chief che è un attacco senza giri di parole all'attuale inquilino della Casa Bianca. Anche Lily-Rose Depp ha voluto dire la sua (su Instagram) in merito alle elezioni presidenziali americane utilizzando un hashtag inequivocabile: #VoteHimOut.

La figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis, 21 anni, doppia nazionalità e quindi con il diritto/dovere di votare negli Stati Uniti, ha utilizzato il suo profilo da 4 milioni di followers per una buona causa: ricordare l'importanza del voto per fare la differenza, per costruire un mondo che rispecchi i propri ideali, per sentirsi parte di un cambiamento, oggi più che mai urgente e necessario. "Ho appena spedito la mia scheda elettorale! Sono sicura di non essere la prima persona a dirlo, ma non mi stancherò mai di sottolineare quanto sia importante votare!", ha scritto Lily, in lockdown a Parigi con mamma Vanessa e il fratello Jack, 18 anni, in una storia su Instagram pubblicata il 26 ottobre, in cui si è mostrata con mascherina d'ordinanza e in mano la busta contenente il suo voto, "Non è mai stato così importante far sentire la nostra voce! Il tuo voto conta!".

La modella e attrice molto amata dalla generazione Z (complice la laision con un altro teen idol come Timothée Chalamet naufragata in pieno lockdown) ha poi postato una seconda stories in cui non nasconde la sua posizione contro l'attuale presidente degli Stati Uniti. Convinzione che condivide con una persona a lei molto cara e sua guida da 21 anni a questa parte. "La mamma ha detto #votehimout", ha scritto Miss Depp postando la foto di Vanessa Paradis, come la figlia con la mascherina e con in mano la busta con il voto da spedire oltreoceano, senza bisogno di spiegazioni su chi sia il diretto interessato di quel chiarissimo fallo fuori. "I miei genitori non erano molto severi. Si sono sempre fidati di me e della mia indipendenza nel prendere le mie decisioni", aveva raccontato Lily a The Sun giusto un anno fa, difendendo e rivendicando la sua libertà di scelta. Decisione che, visti i risultati, maman Paradis non rimpiange per nulla.