Vasco: «Lupa d'Oro dedicata a mio padre»

Vasco Rossi ha dedicato la «Lupa d'Oro» all’amato padre scomparso prima di godere del successo del rocker.

Premiato con l’illustre riconoscimento in Campidoglio a Roma dal sindaco Roberto Gualtieri, Vasco ha pronunciato parole d’affetto per il genitore prematuramente scomparso.

«Ricevere questa preziosa statuetta è un grande onore, Roma ti ho conquistata. Volevo dedicare questo riconoscimento a mio padre. Lui guidava il camion e portava la frutta ai mercati generali: partiva alle 2-3 di notte per Roma. Non ha visto tutto questo, questa straordinaria avventura che ho vissuto. Sono orgoglioso e fiero».

Oltre al padre, Vasco ha poi ricordato il politico radicale, attivista e giornalista italiano Pannella.

«Marco Pannella era una delle persone che incontravo sempre quando venivo a Roma: è stato l'ultimo grande radicale. Sempre attivo nella difesa dei diritti civili e individuali, Io resto sempre legato a lui. Sono il Pannella della canzone, anche per me sono importanti i diritti civili e sociali».