Vaticano, minaccia terroristica elevata: il nuovo rischio

Vaticano, minaccia terroristica elevata: il nuovo rischio

Torna l’allarme terrorismo in Vaticano. Una disposizione ministeriale, infatti, avrebbe informato del bisogno di rafforzare la presenza del personale di Polizia a San Pietro. A riportarlo è il sito “7 colli”.

LEGGI ANCHE: Papa Francesco, il bacio di un fedele diventa virale

Secondo la segnalazione riportata anche dal Messaggero, “presso l’ispettorato del Vaticano si istituisce un ulteriore presidio, o meglio una nuova struttura, definita ‘unità operativa di primo intervento’” contro la “minaccia terroristica internazionale” che spesso “ha colpito luoghi turistici e di culto”.

VIDEO - Il Papa invita le mamme ad allattare in Chiesa

I rinforzi della polizia destinati all’operazione per la sicurezza pubblica dell’area interessata e anche del Papa, potrebbero essere 14.

Nonostante l’incubo coronavirus in Italia, quindi, in Vaticano c’è chi pensa a un’allerta che rischia di essere presa sottogamba. Fabio Conestà, leader del sindacato Mosap, tuttavia, ha un’altra preoccupazione: “Corriamo più rischi con le udienze generali del Papa, sia per eventuali terroristi che per il coronavirus. Ma sembrano tutti fregarsene”.

Al Papa, infatti, sarebbero stati in molti a consigliare di sospendere le udienze generali. Lui, però, non ne vorrebbe sentir parlare.

VIDEO - Il Papa e la fedele irruenta