1 / 57

Stato di crisi, chiuse tutte le scuole

L'Amministrazione comunale di Venezia presenterà richiesta di stato di crisi alla Regione Veneto. Il sindaco Brugnaro: "Tutti i cittadini e le imprese raccolgano materiale utile a dimostrare i danni subiti con fotografie, video, documenti o altro nei prossimi giorni comunicheremo le modalità precise per la richiesta di contributo". Disposta intanto la chiusura delle scuole di Venezia e isole di ogni ordine e grado. (REUTERS/Manuel Silvestri)

Venezia affoga: le foto dell'acqua alta record

Venezia è in ginocchio. Il livello di acqua alta ha toccato i 187cm: non si raggiungevano questi livelli dal 1966 (quando si raggiunse il record di 194 cm). Uno scenario da incubo per la città lagunare, sferzata da un vento di scirocco a 100 chilometri orari. Gravi i danni in piazza San Marco: all'interno della Basilica, la cripta è stata sommersa da oltre un metro d'acqua. Tre vaporetti sono affondati mentre erano attraccati a Sant'Elena, gondole staccate dagli ormeggi e spinte sopra Riva degli Schiavoni, linee telefoniche in tilt. Un uomo di 78 anni è morto colpito da un fulmine, un’altra persona è stata trovata senza vita in casa. L'acqua alta non ha risparmiato il Teatro La Fenice: invase le aree di servizio rendendo inutilizzabile il sistema elettrico e quello anti incendio.

Il sindaco Luigi Brugnaro: "Il futuro della città è a rischio. La Basilica di San Marco ha subito gravi danni come l'intera città e le isole - ha scritto su Twitter - Dentro le case è come stare in piscina. Le stime dei danni sono molto ingenti. Parliamo di centinaia di milioni di euro. Qui non si tratta solo di quantificare i danni, ma del futuro stesso della città. Lo spopolamento di Venezia nasce anche da questo". E ancora: "Se un giovane vede che stiamo dando delle soluzioni pensa di vivere in centro storico, altrimenti pensa solo ad andare via, perché non si riesce più a vivere in questo modo". 

Il Presidente del Veneto, Luca Zaia: "Abbiamo davanti una devastazione apocalittica e totale, ma non esagero con le parole, l'80% delle città è sott'acqua, danni inimmaginabili, paurosi”.

Il premier Giuseppe Conte: "Oggi è una giornata complicata, mi recherò a Venezia, dove c'e' una situazione drammatica, non solo in quella regione, che ci preoccupa molto e sta facendo soffrire molte altre comunità".

VIDEO - Venezia allagata: è allerta rossa

LEGGI ANCHE: Venezia va sott'acqua, ma il Mose dov'è?