Vera Gemma: ‘Facevo la spogliarellista a Los Angeles, il primo giorno guadagnai 450 dollari’


Vera Gemma, conosciuta come personaggio tv e come figlia della leggenda del cinema Giuliano Gemma, scomparso nel 2013 a causa di un incidente d’auto, ha raccontato a ‘Oggi’ della sua esperienza come spogliarellista negli Stati Uniti.
L’attrice, che oggi ha 52 anni, ha spiegato che il primo giorno di lavoro arrivò a guadagnare addirittura 450 dollari (che oggi, in termini reali, sarebbero anche molti di più). “Quella della figlia di Gemma, cresciuta sui set dei western, è la mia prima vita. Ce ne sono altre, vissute rincorrendo sogni e amori sbagliati: il periodo del teatro romano underground, dai 16 ai 25 anni. Parigi, dove sono fuggita dopo la morte di mia madre. Poi Los Angeles”, ha detto.
“Ho sempre cercato modi per esprimermi e lì l’ho fatto spogliandomi. Erano gli Anni ‘90, i locali di strip-tease erano bellissimi, spogliarsi era una forma di spettacolo, un lavoro vero. Iniziai per caso, il primo giorno guadagnai 450 dollari”, ha aggiunto.
“Diventai famosa, ero la sola a lavorare col vero nome, ma mai nessuno mi ha messo in relazione a papà”, ha proseguito.
Perché ha poi smesso? “Può essere una esperienza della vita, non la vita. Avevo incontrato quello che sarebbe diventato il padre di mio figlio. Dopo la nascita di Maximus ho provato a tornare a spogliarmi, ma ero diversa, ero diventata una mamma”, ha concluso.