Vera Gemma rivela di aver picchiato l’ex fidanzato Jedà: ‘Eravamo in aeroporto e…’


Vera Gemma, 52 anni, ha picchiato l’ex fidanzato 24enne Jedà. Lo ha ammesso durante l’intervista rilasciata a ‘Belve’ e andata in onda poche ore fa.
L’attrice, figlia della leggenda del cinema Giuliano Gemma, a Francesca Fagnani ha spiegato: “Ho menato gli uomini quando vado fuori di testa, non da mandarli all’ospedale, ma un calcio mi è capitato. Quando non capiscono perdo la pazienza. Un uomo mi ha detto ‘mi hai menato in aeroporto’ ma se l’è cercate! Era Jedà, sì. Litigavamo su cose che non voleva capire, poi mi ha fatto una velata minaccia. Ed io gli ho detto ‘ti ammazzo, ti corco di botte!’”.
Poi ha aggiunto: “Lui non capiva, si ostinava a non capire e allora ho perso la pazienza, soprattutto perché mi ha minacciata, ha detto che mi avrebbe sp*******a e allora gli ho risposto con le botte”.
Vera ha anche svelato di essere finita in carcere proprio a causa di una violenta lite con un uomo, che poi è il padre di suo figlio Maximus. “Sono stata arrestata a Las Vegas per violenza domestica, stavo litigando col padre di mio figlio: lui ha chiamato per un cerotto ed in camera è piombata la security ed ho passato un giorno e una notte in carcere. Là ho conosciuto personaggi meravigliosi, poi ho pagato 3 mila dollari di cauzione e sono uscita. Altri reati? Un po’ cleptomane da piccola, ho rubato un po’ di rossetti”, ha concluso.