Verdura a chilometri zero? Prova con l’orto in terrazza

Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)
Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)

L’orto sul proprio balcone è una moda nata qualche anno fa che sta prendendo sempre più piede, anche e soprattutto grazie alla nuova attenzione verso il "vivere green". Coltivare ortaggi non richiede per forza un terreno, sono sufficienti dei vasi di varie dimensioni. La produzione sarà limitata, ma le soddisfazioni immense. Le basi affinché l’orto possa crescere nel modo migliore sono il rifornimento d’acqua e il nutrimento.

GUARDA ANCHE: L'orto verticale, come realizzarlo e cosa piantare

Il primo elemento da tenere in considerazione è l’esposizione al sole. Quella migliore è verso sud-ovest e sud-est. Quella a sud rischia di essere troppo calda in alcune ore del giorno e d’estate potrebbe rappresentare un problema (arginabile con buoni metodi di irrigazione). Bisogna tenere presente che ogni piantina che decidiamo di coltivare ha esigenze diverse e il vaso si rivela un elemento basilare. Le piante di pomodori, ad esempio, necessitano di un vaso di almeno 40 cm di profondità e 30 di larghezza. Le piantine di basilico, invece, crescono meglio in un vasetto circolare non troppo profondo.

Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)
Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)

Un altro elemento importante è assicurare un ottimo drenaggio sul fondo del vaso e utilizzare un terriccio di qualità. È fondamentale che l’acqua non ristagni nei vasi ed è bene aggiungere uno strato di tessuto-non-tessuto tra l’argilla espansa e il terriccio. Il terriccio, a sua volta, deve essere di qualità ottima per poter garantire i migliori risultati. L’ideale è quello che contiene sabbia a grana grossa per circa il 10%. Se il terriccio non è già concimato, va aggiunto del concime organico o minerale a lenta cessione. Una volta scelte le piante, è necessario garantire loro una buona irrigazione quotidiana, soprattutto nei mesi caldi. L’orto va bagnato al tramonto o all’alba in modo che le piante possano assorbire l’acqua senza rischiare che evapori a causa del calore.

Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)
Verdura a Km 0? Prova con l’orto in terrazza (Getty Images)

Se siete alle prime armi è bene iniziare con piantine facili da coltivare come lattuga e insalata, fragole, frutti di bosco, piselli, fave, fagioli, peperoncini, pomodori, erbe aromatiche, prezzemolo, aglio, cipolla. Procedete con zucchine, meloni, angurie e cetrioli sono in un secondo tempo, quando avrete più esperienza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli