Verdure proteiche: i benefici

·2 minuto per la lettura
verdure proteiche
verdure proteiche

Le verdure proteiche sono dei vegetali adatti a tutti, particolarmente a coloro che seguono una dieta vegana e vegetariana. Le verdure proteiche, infatti, sono fonte di proteine vegetali, sostanze importanti per la nostra salute. Scopriamone le caratteristiche.

Verdure proteiche: a cosa servono?

Le verdure proteiche la fanno ormai da padrone nel mercato alimentare, perché molti ormai conoscono i benefici che queste verdure, ricche di proteine vegetali, apportano all’organismo. Le proteine, infatti, possono essere sia di origine animale che vegetale, e svolgono molteplici ruoli nel nostro organismo. Queste molecole aiutano nella costruzione e riparazione dei tessuti e intervengono nella fabbricazione di ormoni, anticorpi ed enzimi.

Le proteine forniscono energia al nostro corpo e gli esperti raccomandano di assumere 1 grammo di proteine per chilo di peso corporeo al giorno per rimanere in salute. Solo le proteine animali contengono al loro interno tutti gli aminoacidi essenziali per restare in salute, ma una corretta combinazione delle verdure proteiche, deficitarie ognuna di uno o più aminoacidi, fornisce al nostro organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno.

Verdure proteiche: i benefici

Un aumento del consumo di verdure proteiche apporta notevoli benefici all’organismo. Questi vegetali, infatti, contengono una gran quantità di fibre, importanti per l’equilibrio della flora intestinale, per favorire la peristalsi e per eliminare le tossine dal corpo.

Mangiando più verdure proteiche, inoltre, diminuiamo il rischio di malattie cardiovascolari, perché non introduciamo colesterolo e grassi saturi nell’organismo. Inoltre, questi vegetali aiutano anche a ridurre il rischio di diabete mellito. Infine, le verdure proteiche aiutano a prevenire alcuni tipi di tumore, come quello al pancreas, alla prostata e al colon.

Verdure proteiche: quali sono?

Dopo aver compreso quali sono i benefici delle verdure proteiche, cerchiamo ora di capire quali sono. Ovviamente, i legumi sono le fonti proteiche vegetali più raccomandate, come fagioli, ceci, lenticchie e fave, che danno un senso di sazietà e forniscono fibre e carboidrati complessi.

Anche i cereali rientrano tra le verdure proteiche, e ne fanno parte pasta, pane, riso, miglio, segale, orzo, farro e avena. Ovviamente è bene preferire i cereali integrali, più ricchi di fibre e vitamine.

Ai cereali si affiancano altre verdure proteiche, come miglio, amaranto, quinoa e grano saraceno che, oltre ad essere ricchi di proteine, contengono buone dosi di sali minerali e vitamine.

Infine, tra le verdure proteiche vi sono anche il seitan, la frutta secca a guscio, i semi oleaginosi, le alghe e il tofu.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli