I vestiti della sfilata Balmain ci guidano verso una Primavera Estate 2022 di rinascita (e libertà)

·4 minuto per la lettura
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images

"Ad oggi, questa è la mia presentazione più personale": Olivier Rousteing aveva solo 25 anni - "un ragazzino", dice lui - quando è stato investito "di una responsabilità che avrebbe controllato ogni ambito della sua vita". Semplicemente (ma neanche tanto), stava approdando al vertice della casa di moda fondata nel 1945 da Pierre Balmain. Ad oggi, è chiaro che rifarebbe tutto da capo per arrivare fin qui, alla sfilata moda Primavera Estate 2022 con cui ha celebrato alla Paris Fashion Week i suoi primi 10 anni di direzione creativa di Balmain. Non un fashion show tradizionale (ça va sans dire), bensì un festival da oltre 6000 ospiti. E tutte le sue icone preferite - Naomi Campbell e Carla Bruni incluse - in passerella.

I vestiti Balmain moda Primavera Estate 2022 sono una celebrazione del passato, del presente e del futuro che ancora verrà. Un tributo alle gioie, ma anche alle sofferenze personali di Olivier Rousteing. "Rieditando alcuni dei miei look preferiti - spiega il designer oggi 35enne, - abbiamo deciso di celebrare 10 anni di sfide, creazioni e cambiamenti. Ammetto che guardandoli, tutti insieme, avverto una grande gioia. Mentre disegnavo alcuni di questi, come un giovane ventenne travolto dalla vita, avrei sicuramente riso se qualcuno fosse venuto a dirmi che un giorno li avrei mostrati come parte di una mia retrospettiva. Ma ora, in questo momento, posso vederlo: sono pietre miliari del viaggio che mi ha portato qui dove siamo, nel 2021". In questo desiderio di lasciare il passato alle spalle, il primo pensiero va alla pandemia: "Vedo questo momento come una data chiave - spiega Olivier, - finalmente siamo di nuovo insieme, salutiamo un capitolo passato e procediamo verso una nuova era. Un'era che parla di libertà".

Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images

Balmain Festival: la convalescenza di Olivier Rousteing

Ma i vestiti Balmain moda Primavera Estate 2022 sono anche intrisi delle sofferenze di Olivier Rousteing che, per la prima volta, ha rivelato di aver avuto un incidente un anno fa. "Probabilmente, è proprio lo spirito di trasparenza e onestà di questa nuova fase che mi ha spinto ad aggiungere tocchi molto emotivi all'interno di questa collezione - rivela il designer. - Molti elementi fanno riferimento a un incidente recente e alla lunga convalescenza che ha fatto seguito. Un anno fa, sono rimasto vittima di gravi ustioni a seguito di un incidente. Camere d'ospedale, bende, involucri di garza sono diventati improvvisamente una parte importante della mia vita. E quando ho iniziato a disegnare, mi sono ritrovato a tradurre quei mesi di ospedale e fisioterapia in fasce, intrecci e frange".

Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images

Ancor più tangibili e visibili sono gli ementi stilistici aggiunti nella collezione Balmain moda Primavera Estate 2022 che rimandano a porzioni tessuto extra e maxi anelli che Olivier Rousteing ha indossato per nascondere le cicatrici. "Abbracciando il dolore vissuto e celebrando il potere della guarigione, sono riuscito a farne componenti del mio progetto".

Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images

Balmain Festival: il savoir faire e le grandi top model

Oltre al potente messaggio (di rinascita), i vestiti Balmain moda Primavera Estate 2022 sottolineano anche il nobile savoir faire della maison francese. Le spalle boxy (iconiche e signature, nella firma di Rousteing), le silhouette fasciate e avvitate, e la padronanza della couture parigina applicata a una collezione ready-to-wear si traducono in un mix di eleganza e sex appeal in pieno spirito Balmain. Non mancano inoltre approcci tecnologici alla maestria sartoriale, rivelati da tecniche di stampa innovative che hanno consentito la creazione di drappeggi 3-D. Quanto al cast (pazzesco), Olivier Rousteing ha voluto in passerella le sue icone: Naomi Campbell, Carla Bruni, Mariacarla Boscono, Mila Jovovich e Lara Stone.

Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images

Balmain Festival: la musica e l'impegno benefico

Riferimento fondamentale nello sviluppo della collezione Balmain moda Primavera Estate 2022 è stato anche quello alla musica, importante per Monsieur Pierre Balmain (che vestì più grandi interpreti della sua epoca, tra cui Juliette Greco, Dalida e la mitica Josephine Baker) tanto quanto per Olivier Rousteing, che ha lasciato a Beyoncé l'onore di aprire il Balmain Festival con un voice over (da riascoltare nel video che segue). "Hai introdotto un nuovo modo di intendere la moda per far sì che questa potesse essere di aiuto e riflettere finalmente la vera bellezza delle strade odierne, la bellezza che tu e il tuo team vedete ogni giorno nelle grandi boulevards e le piccole avenues della vostra amata Parigi - recita la voce di Beyoncé. - Dal primo giorno, hai fatto la cosa giusta. Sapevi sin da subito che le azioni avrebbero parlato molto più forte delle parole. Hai preso una posizione, e impegni che hai rispettato in ogni fase del tuo percorso".

Come ha spiegato infatti Olivier Rousteing tramite nota stampa, il Balmain Festival di oggi si svolge sulla scia di quello già tenutosi nel 2019 (avrebbe dovuto esserci anche nel 2020, ma poi la pandemia ha cancellato ogni programma): "Continueremo ad aiutare il nostro partner di lunga data (RED) per supportare il Fondo Globale e combattere due pandemie: AIDS e COVID". Buon "compleanno", Olivier.

Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Photo credit: Peter White - Getty Images
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli