Viaggio in solitaria in Thailandia: dove riscoprire sé stessi

Viaggio in solitaria in Thailandia

Affrontare un viaggio in solitaria in Thailandia significa partire alla scoperta di sé stessi. Vediamo quali sono le tappe più importanti che non devono mancare nel tuo itinerario di viaggio.

Viaggio in solitaria in Thailandia

La Thailandia è un paese del sud-est asiatico famoso, non solo per le spiagge tropicali, ma anche per gli opulenti palazzi reali, le rovine antiche e i maestosi templi.

Questa è una destinazione ideale per fare un viaggio alla scoperta di sé stessi e dei propri limiti. Un luogo ricco di tradizione e con un a cultura affascinante tutta da scoprire.

Si tratta di una meta economica, per cui per vivere non dovrete spendere troppo, e molto sicura, anche tra le viuzze della capitale, Bangkok.

Informazioni utili

Per viaggiare in Thailandia non c’è bisogno di richiedere il visto se il viaggio dura meno di 30 giorni, ma è necessario un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e il biglietto di ritorno.

Il periodo perfetto per viaggiare va da novembre a marzo. Da fine marzo a fine agosto la temperatura il caldo è afoto e quasi insopportabile.

L’inglese non è molto conosciuto, quindi segnatevi qualche parola da imparare, e soprattutto i luoghi in cui dovete arrivare, come il nome dell’albergo.

Per quanto riguarda il cambio, un euro corrisponde, ad oggi, a 34,69 bath thailandesi. Il cambio degli euro si effettua dovunque e senza commissioni, ed è molto più conveniente partire con denaro liquido da convertire di volta in volta negli uffici di cambio, poiché il prelievo dagli ATM vi addebiterà una commissione piuttosto salata.

Non è possibile pagare ovunque con la carta, quindi girate con qualche contante.

Vediamo, adesso, le tappe da non perdere, insieme alle isole segrete più belle dei suoi arcipelaghi.

Wat Arun

Il Wat Arun è un luogo particolarmente suggestivo della Thailandia. Si tratta di un complesso di templi buddhisti di Bangkok.

Situato nel distretto di Bangkok Yai, sorge nel popoloso quartiere di Thonburi sulla riva destra del fiume Chao Phraya.

Il suo nome completo è Wat Arunratchawararam Ratchaworamahavihara. Viene chiamato anche “Tempio dell’alba” per i meravigliosi effetti cromatici che le prime luci del mattino gli conferiscono.

wat-arun

Wat Rong Khun

Il Wat Rong Khun, anche noto come Tempio Bianco, è un edificio situato a 15 chilometri dalla città di Chiang Rai.

È uno splendido tempio buddista ed induista, progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. La sua costruzione ebbe inizio nel 1997 ma, sul “modello” della Sagrada Família, la data in cui la sua costruzione dovrebbe concludersi sarà nel 2070. È realizzato completamente in gesso bianco e specchietti.

Wat Rong Khun

Mercato di Chatuchak

Il luogo ideale per immergersi nella cultura thailandese è il Mercato di Chatuchak. Si tratta del più grande mercato della Thailandia e si può visitare ogni fine settimana a Bangkok, in Kamphaeng Phet 2 Road, Chatuchak. Conosciuto anche come JJ Market, ha più di 15.000 bancarelle e 11.505 venditori, divisi in 27 sezioni.