Violante Placido: «È molto difficile chiudere con il passato»

·1 minuto per la lettura

Per dare vita al suo nuovo personaggio televisivo, Violante Placido si è affidata all'esperienza personale.

La figlia di Michele Placido è fra i protagonisti di "Fino all'ultimo battito", nuova fiction firmata da Cinzia Th Torrini e prodotta da Luca Barbareschi.

Nella trama Violante si vede al centro di grosse pressioni, causate da una scelta compiuta dal compagno e medico, interpretato da Marco Bocci.

«Sì, in effetti la mia Elena si ritrova pure ad aver a che fare con l'ex marito. Ma almeno in questo caso non ci sono risvolti drammatici, a differenza di quello che vediamo nella cronaca con i femminicidi che ultimamente hanno cadenza quotidiana. Il fatto è che è molto difficile chiudere con il passato perché il passato non si cancella», racconta Violante Placido.

«Personalmente sono per cercare un'armonia. Per me sarebbe troppo violento avere una posizione di totale chiusura perché con quella persona si sono condivise tante cose belle, si è vissuto un amore. Soprattutto poi quando hai un figlio. Non dico che per i figli bisogna sacrificarsi - prosegue la Placido -, perché è giusto cercare di stare bene, ma mantenere i rapporti con un minimo di diplomazia è un bene. Certo, ci vuole impegno da tutte due le parti».

"Fino all'ultimo battito" è una fiction in sei serate, prodotta da Rai Fiction e Luca Barbareschi con la sua Eliseo Mutlimedia, per la regia della veterana Cinzia Th Torrini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli