Violenza sessuale, arrestato il fratello di Pietro Grasso

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(Getty Commercial)
(Getty Commercial)

Il neuropsichiatra Marcello Grasso, 70 anni, fratello dell'ex presidente del Senato ed ex procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale aggravata. Il medico, molto noto e stimato a Palermo, è stato accusato da una paziente che aveva in cura.

Al 70enne è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere lo scorso 30 marzo, ma la notizia è trapelata solo oggi. A confermarlo l'avvocato del neuropsichiatra, Vincenzo Lo Re che al quotidiano La Repubblica ha dichiarato: "Il mio assistito non si è trincerato dietro la facoltà di non rispondere, ma ha risposto a tutte le domande del giudice. E non ha screditato l'ex paziente ma ha fornito argomentazioni logiche per offrire una diversa ricostruzione dei fatti". 

GUARDA ANCHE: Pietro Grasso: dalla lotta alla mafia, all'arena politica

Secondo quanto riporta La Repubblica, l’indagine ha preso il via dalle dichiarazioni di una giovane donna che a febbraio ha denunciato alla polizia le “pesanti attenzioni e violenze” di Marcello Grasso, che era solito usare il teatro per fare terapia con i pazienti.

GUARDA ANCHE: Stupro, a chi rivolgersi?